L'Arte, una porta aperta verso l'Infinito

27 Gennaio

Arte
Serata culturale a cura dell’Associazione Culturale Amart di Gallipoli

Domenica 27 gennaio p.v., alle ore 19:30, nella splendida cornice della Basilica Cattedrale di Sant’Agata, proprio nel cuore del Centro Storico di Gallipoli, si terrà un evento di particolare interesse per chiunque abbia a cuore il patrimonio culturale, artistico e storico della Bella Città. Ad organizzarlo l’Associazione Culturale “Amart” che nel 2019 compie i primi dieci anni di attività. Fu fondata, infatti, il 19 marzo 2009 e da allora opera nel campo della valorizzazione del Territorio con uno speciale riguardo nei confronti di Gallipoli e dei suoi Luoghi di Cultura.
Proprio nell’ottica della valorizzazione si colloca l’evento che, ormai da diversi anni, Amart organizza in collaborazione con la Parrocchia di Sant’Agata durante il novenario di preparazione alla Solennità della santa catanese patrona della Diocesi di Nardò-Gallipoli. Quest’anno anche una nuova e significativa collaborazione con gli organizzatori del Premio Barocco, manifestazione giunta alla sua cinquantesima edizione. 
 
Mentre negli anni precedenti si è dato spazio alla descrizione del principale luogo di culto di Gallipoli, quest’anno la serata sarà caratterizzata da due interventi a cura di importanti studiosi. Dopo il saluto del Sindaco di Gallipoli e Presidente della Provincia Stefano Minerva, toccherà al professore Marcello Tempesta, ordinario di pedagogia presso l’Università del Salento, sviluppare il tema dell’importanza dell’Arte nella questione educativa. Dopo di lui, il parroco della Cattedrale e Direttore dell’Istituto Pastorale Pugliese, Mons. Piero De Santis, tratterà della funzione delle Opere d’Arte riferita alla formazione religiosa. A intervallare gli interventi le performance canore e musicali del soprano Laura De Vita e del pianista Luigi Solidoro. 
Tuttavia non mancheranno, durante la serata, dei riferimenti all’Arte pittorica; sarà presente ed esporrà un suo pregevole dipinto raffigurante Sant’Agata, il Maestro Giovanni Gasparro, giovane e apprezzato artista di fama internazionale. Gasparro è nato a Bari il 22 ottobre del 1983 e si è diplomato presso l’Accademia di Belle Arti di Roma nel 2007. Le sue opere sono state esposte presso le più prestigiose gallerie d’arte d’Italia e d’Europa riscuotendo ampio successo tra il pubblico e la critica. 
 
“Siamo lieti -commenta Eugenio Chetta, presidente di Amart e moderatore della serata- di iniziare con un evento di tale portata il decimo compleanno della nostra Associazione. Sarà un momento propizio per riflettere sull’importanza dell’Arte nell’educazione delle giovani generazioni e non solo. Ciascuno dei partecipanti potrà farsi emozionare da immagini, note, parole, concetti. Tutto concorrerà ad ampliare la coscienza che il Bello può e deve entrare nella vita del singolo come nella vita della comunità. E’ per questo che abbiamo scelto la festa di Sant’Agata per proporre l’evento: la nostra Santa, infatti, è la buona per eccellenza, così come richiamato dal suo stesso nome”.
 
 

allegatoManifesto (file pdf 5.022Kb)
Ultimo aggiornamento: 27/01/19