Comunicato Torre Sabea - Assessore Vincenti

Stemma Gallipoli
“Prosegue, come preannunciato, l’attività di valorizzazione del patrimonio comunale e di tutti i beni dislocati sul territorio, in continuità con le operazioni di censimento e ricognizione che pochi giorni addietro si sono concretizzate nella deliberazione con cui la Giunta Comunale ha impartito indirizzo all’Ufficio competente ai fini della revoca per pubblico interesse della concessione demaniale marittima avente ad oggetto il manufatto denominato ”. 
Questa volta ad essere oggetto delle iniziative dell’Amministrazione Comunale è un altro manufatto demaniale marittimo, meglio noto come “Torre Sabea”, con riferimento al quale la Giunta ha inteso definire le strategie e gli obiettivi comuni di valorizzazione, in considerazione del notevole interesse storico, artistico e della funzione storica del bene.
In linea con il percorso intrapreso dall’Amminsitrazione Comunale, la valorizzazione del manufatto  in questione rappresenta la possibilità di favorire un’integrazione fra organizzazione delle risorse culturali, organizzazione turistica e sviluppo economico-sociale, vista anche la forte potenzialità in termini di attrattività dettata anche dalla sua ubicazione.
La Giunta Comunale ha, pertanto, impartito gli indirizzi agli Uffici competenti al fine di attivare nel bene demaniale in questione un sito che abbia funzioni di “memoria storica”, che rimandi alle ragioni per le quali quella Torre di avvistamento è stata edificata. Si prevede, quindi, una mostra di manufatti utili a strategia di difesa (palle di cannone, cannoni e quant’altro utile allo scopo). Tale allestimento va visto nell’ottica di un percorso storico-culturale che prevede la visita di altri siti (Castello, Rivellino, Museo Comuanle, Torre S. Giovanni alla Pedata, etc…..); 
Ovviamente, il potenziamento del manufatto tramite attività di fruizione, valorizzazione e gestione dell’offerta culturale territoriale potrà eventualmente passare anche attraverso la collaborazione con soggetti e/o partner pubblici e privati, che possano curare l'ideazione, l'organizzazione e la gestione di percorsi didattici e attività formative attinenti al patrimonio naturalistico territoriale.

 
L’Assessore alla Polizia Locale
Dott. Giovanni Dario Vincenti

Ultimo aggiornamento: 23/02/18

Intervento Minerva - Piccinno sulla Questione Lidi

Stemma Gallipoli
Alla luce dei recenti avvenimenti che hanno visto Gallipoli protagonista delle prime pagine locali e nazionali, risulta ora più che mai necessario un chiarimento sulla questione. 
Premesso che poco vi è da dire sul rispetto di prassi e regolari procedimenti burocratici rispetto ai quali la politica poco ha a che fare e che a volte basta poco per condannare: a tal proposito, al di là delle difficoltà e di quello che improduttivamente si possa pensare l’attuale Amministrazione conferma la volontà ad agire per garantire il bene comune nel pieno rispetto della legalità e trasparenza. 

Non è dunque da dimenticare l’impegno dedicato al ‘Patto sulla Sicurezza’ che da lì in poi ha portato l’Amministrazione a rivolgere la propria attenzione capillarmente su vari settori per garantire un ordine generale che vada dal suolo pubblico al commercio. Uno sforzo non da sottovalutare, ma che poco varrà se in esso non confluiscono volontà ed interesse di tutte le Istituzioni che ora hanno il dovere di compiere questo percorso di crescita insieme alla città. 

In un momento di difficoltà come questo, non è in alcun modo accettabile l’indifferenza da parte di chi deve fungere da stampella in questo cammino. La nostra rete imprenditoriale è costituita da persone perbene e lungimiranti che hanno saputo investire nello sviluppo del territorio con professionalità e ragionevolezza. Per tal motivo, intendiamo esprimere la più sincera vicinanza e il reale sostegno ai suddetti, particolarmente a coloro i quali sono stati coinvolti nella ‘vicenda smontaggio’ a cui chiediamo pazienza, appellandoci al contempo alla Regione per accelerare i tempi del Tavolo costituito sull’argomento. L’occhio vigile sulla tutela dell’ambiente e la salvaguardia del territorio deve sposare però la vision imprenditoriale: avere le strutture turistiche aperte tutto l’anno vuol dire rispettare il piano di destagionalizzazione che da due anni stiamo attuando e su cui sono incentrati i nostri sforzi.

Così come per gli imprenditori, il nostro interesse è rivolto anche ai cittadini e a coloro i quali hanno agito nel giusto apportando migliorie, servizi, benessere nella nostra città: proprio in questa direzione è rivolto il nostro impegno politico. A questa sfida noi rispondiamo che ci siamo, e manifestiamo la nostra concreta presenza a tutti gli imprenditori che stanno subendo le conseguenze di una burocrazia talvolta poco chiara. 

Per esprimere ancora di più il nostro sentimento di vicinanza, intendiamo passare all’azione concreta invitando imprenditori, portatori di interesse, rappresentanti di categoria ad aprirsi in un ragionamento complessivo in un Tavolo Tecnico sul Turismo pubblico e allargato che ora deve divenire un coro a più voci, in cui chiederemo a tutte le Istituzioni del territorio di aiutare questa Amministrazione e il territorio in questo cammino. 
Il nostro dovere è garantire il diritto di tutti a vivere un futuro migliore. 

Sindaco Stefano Minerva 
Assessore Emanuele Piccinno

Ultimo aggiornamento: 17/02/18

Intervento Assessore Vincenti - Questione Rivellino

Stemma Gallipoli
Valorizzare il patrimonio comunale, tutelarlo ed ottimizzare le risorse rivenienti dallo stesso: questa è la sfida irrinunciabile che, attraverso una impegnativa attività di ricognizione, quest’Amministrazione Comunale ha raccolto sin dal suo insediamento. Conoscere è la “parola d’ordine”: è ormai da tutti percepita l’importanza del patrimonio immobiliare pubblico quale potenziale fonte di reperimento di risorse da destinare al risanamento della finanza pubblica, al miglioramento ed ottimizzazione dei servizi ad esso collegati e, più in generale, allo sviluppo del territorio comunale. Nell’ambito dell’attività di censimento e ricognizione che si sta portando avanti, si è incastonato un obiettivo proritario: in continuità con l’atto di attribuzione e trasferimento a titolo gratuito dal Demanio dello Stato alla Città di Gallipoli del compendio immobiliare denominato “Castello Angioino”, si è fortemente voluto impartire agli Uffici competenti gli indirizzi necessari affinchè il manufatto demaniale marittimo meglio noto come “Rivellino” rientri nella disponibilità dell’Amministrazione Comunale, per garantirne l’interesse pubblico. Il manufatto in questione è stato oggetto di una concessione demaniale marittima assentita dall’allora competente Capitaneria di Porto di Gallipoli in favore di un soggetto privato. Oggi l’Amministrazione Comunale ha dettato alla struttura burocratica gli indirizzi per l’adozione di tutte le iniziative atte alla revoca del titolo concessorio in capo al privato ed all’acquisizione dell’utilizzo del bene in favore dell’Ente, al fine di inserire lo stesso nel percorso di valorizzazione già attuato per il Castello, nell’ottica dell’uso comune e della restituzione alla collettività del prestigioso manufatto. Tanto è apparso essenziale per preservare la memoria della comunità gallipolina e del territorio e per promuoverne lo sviluppo, anche culturale. 

Si intende, in particolare, conservare e valorizzare il manufatto in questione attraverso interventi di recupero, rifunzionalizzazione e restauro, che ne esaltino il pregio storico, artistico ed archeologico. Tutto questo a servizio della pubblica fruizione del bene, con attività dirette a promuovere la conoscenza del patrimonio culturale e ad assicurare le migliori condizioni di utilizzazione. L’azione di recupero e valorizzazione del Rivellino si inserisce nel percorso intrapreso da quest’Amministrazione, teso alla integrazione fra organizzazione delle risorse culturali, organizzazione turistica e sviluppo economico-sociale. E’ intendimento di questa Amministrazione, altresì, intercettare eventuali finanziamenti che possano riguardare anche le condizioni di sicurezza e di fruibilità del bene, nonchè la sua conservazione, al fine di scongiurare ogni pericolo di deterioramento o danneggiamento dello stesso. L’obiettivo è, pertanto, potenziare l’utilizzo del manufatto tramite attività di fruizione, valorizzazione e gestione dell’offerta culturale territoriale, prevedendo, dirattamente o tramite soggetti e/o partner pubblici e privati, l’ideazione, l’organizzazione e la gestione di percorsi didattici e attività formative attinenti al patrimonio artistico-culturale territoriale ed alle specificità e tradizioni locali.
 
“Sono molto soddisfatto del lavoro che abbiamo fatto, nella convinzione che sia dovere del buon amministratore privilegiare un uso dei beni dislocati sul territorio che ne esalti al massimo il pregio storico ed architettonico, la vocazione naturale e le peculiarità. Il faro di ogni scelta deve, d’altronde, essere sempre il soddisfacimento del pubblico interesse nella migliore misura possibile, obiettivo che si estrinseca sia nelle attività di recupero e valorizzazione dei beni che nella capacità di garantirne la massima fruizione pubblica. Colgo l’occasione per comunicare che sono in cantiere altre inziative per recuperare alla fruibilità pubblica altri importanti siti demaniali”. 



Ultimo aggiornamento: 13/02/18

Gallipoli presente alla BIT a Milano

Stemma Gallipoli
Il Comune di GALLIPOLI presente in queste ore alla BIT di Milano, una tra le più importanti fiere internazionali sul turismo, Insieme all'Assessore all'Industria Turistica della Regione Puglia, Loredana Capone e a Pugliapromozione, il comune di Gallipoli rappresentato dal Sindaco Stefano Minerva e dall'Assessore alla Creatività - Spettacolo, Turismo, Commercio - Emanuele Piccinno porta avanti quel piano mirato alla promozione territoriale e alla destagionalizzazione. 

Dichiarazione Sindaco Stefano Minerva: 

"La nostra presenza qui a Milano si traduce come un’opportunità per la nostra città da non perdere e un’occasione importante per la nostra economia e per il nostro turismo. Portiamo avanti così il nostro piano e programmiamo le varie attività su cui puntare tra cultura e tradizione, dagli eventi ai riti pasquali fino al Carnevale. Abbiamo partecipato alla presentazione dell’accordo “Puglia & Lombardia: Double your journey in Italy”, un progetto comune per la promozione, la comunicazione, l’allungamento della stagione turistica e la qualificazione dell’offerta con gli Assessori al turismo e i tecnici delle due Regioni. Ancora, abbiamo preso parte ad un focus dedicato al Mondiale di Aquabike che ospiteremo a Gallipoli il prossimo maggio e che porterà tantissimi turisti qui nel Salento: continua così il nostro impegno, portando sempre alla ribalta la nostra città, puntando sul turismo a 360°, sullo sport e sui grandi eventi." 
Ultimo aggiornamento: 13/02/18

Bando 'Community Library'. - Chiarimenti Ass. Piccinno

Stemma Gallipoli
Nota da parte dell'Assessore Emanuele Piccinno in seguito all'accusa mossa dal gruppo 'Andare Oltre' sulla mancata presentazione del progetto al bando 'Community Library'.

"Si apprende oggi dalla stampa un’accusa infondata e per nulla veritiera mossa dal gruppo gallipolino di ‘Andare Oltre’. Una critica che giunge senza alcuna firma specifica, da un gruppo politico che pare dunque non avere un portavoce o un capogruppo, così come sembra non avere le idee ben chiare in merito alla faccenda. Argomento del giorno, la mancata presentazione del progetto al bando regionale sulle ‘Community Library’. Evitando di eccedere nelle parole e per lasciare spazio a contenuti propositivi, si intende precisare che non vi è stato alcun atteggiamento di indifferenza o di indolenza da parte dell’Amministrazione o degli Uffici Comunali. Il Bando sulle librerie innovative in Puglia prevede più tranche con diversi focus e ambiti specifici d’azione: nel caso della nostra città, si è preferito optare per il secondo bando sui laboratori di comunità che rientra così nelle strategie di intervento previste dall’Amministrazione. Come si evince, Gallipoli è spesso beneficiaria di finanziamenti regionali ed europei: ciò dimostra che l’impegno sia presente, concreto e costante al di là delle sollecitazioni sterili di un gruppo politico che, purtroppo, non ritiene opportuno informarsi adeguatamente." 
Ultimo aggiornamento: 11/02/18

Nomina scrutatori Elezione 4 Marzo

Stemma Gallipoli
Questa mattina è stata convocata, nella sede del Comune, la Commissione Elettorale in pubblica adunanza per procedere alla nomina dei 98 scrutatori destinati agli uffici elettorali di sezione per le elezioni politiche del prossimo marzo. 

Così come annunciato ieri, la nomina degli addetti ai lavori è stata effettuata attraverso il generatore di Lehmer, un generatore congruenziale moltiplicativo. 

Tale sorteggio ha garantito imparzialità ed equità. Sul sito del Comune di Gallipoli sarà pubblicato a breve l'elenco dei nominati. 

Nella foto, da sx: dott. Luigi Busti, Sindaco Stefano Minerva e i consiglieri Antonio Faita, Sandro Quintana, Federica Portolano 

Ultimo aggiornamento: 09/02/18

Nomina scrutatori : dichiarazione del sindaco Minerva

Si rende noto che è convocata, nella sede del Comune, sita in Via Pavia, la Commissione Elettorale in pubblica adunanza per il giorno 9 febbraio 2018, alle ore 10.00, per procedere alla nomina degli scrutatori, previo sorteggio dei disegnati dall'albo, che saranno destinati agli uffici elettorali di sezione per le elezioni politiche del prossimo Marzo. 

"Si rinnova l'impegno dell'attuale Amministrazione. - Dichiara il Sindaco Stefano Minerva - Così come avvenuto in occasione del referendum costituzionale del dicembre 2016, anche questa volta si procederà  con un metodo equo e paritario che andrà oltre ai meccanismi della vecchia politica. Ancora una volta, si procederà alla nomina degli scrutatori solo ed esclusivamente mediante sorteggio: nel corso della riunione della Commissione Elettorale di domani, infatti, verrà effettuata la nomina degli addetti ai lavori tramite estrazione in seduta pubblica attraverso il generatore di Lehmer, un generatore congruenziale moltiplicativo tra i più affidabili. Questa metodologia garantirà la parità assoluta, annullando qualsiasicriterio che possa condizionarne la scelta. Questa è la buona politica, quella che è dalla parte di tutti." 

Ultimo aggiornamento: 08/02/18

Il Museo Navigante fa tappa a Gallipoli

Stemma Gallipoli
Amministrazione comunale, luoghi di cultura, Istituti Scolastici e Marina Militare insieme per valorizzare il patrimonio marittimo italiano


Il Museo navigante fa tappa a Gallipoli, la città che ospita due dei settanta musei che aderiscono all’iniziativa di promozione del patrimonio culturale marinaro promossa dal Mu.MA-Galata di Genova, il Museo della Marineria di Cesenatico, l’associazione La Nave di Carta della Spezia e l’AMMM-Associazione Musei marittimi del Mediterraneo. Il Museo Navigante ha il patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e l’adesione della Marina Militare e della Guardia Costiera.
 
A Gallipoli il Museo Navigante coinvolgerà gli Istituti secondari e Superiori della città tra cui il Liceo Quinto Ennio e l’IISS Amerigo Vespucci: a partire dalle 9 di domani 6 febbraio, laboratori e workshop coinvolgeranno gli studenti nei vari contenitori culturali del centro storico.  Un’iniziativa che parte dall’identità di ognuno e mira a rafforzare la  tradizione marinara della città e il rapporto con il mare.
«Abbiamo accolto di buon grado questa proposta perchè riteniamo che una rete del museo del mare sia necessaria e la presenza dell’Assessore di Nardò, Mino Natalizio, nel corso della conferenza stampa di oggi ne è la prova - ha dichiarato il Sindaco di Gallipoli, Stefano Minerva - Fare sistema è necessario e sono orgoglioso della presenza di Gallipoli nella grande realtà del Museo Navigante, con ben due realtà museali importanti. Ognuno di noi ha un rapporto stretto con il mare e questa iniziativa serve a recuperarne l’identità; soprattutto è per noi tutti una grande opportunità di crescita.»

A dare ancora più valore all’iniziativa, una straordinaria esposizione della Marina Militare di importanti  cimeli e rara documentazione sulle operazioni navali della grande guerra in adriatico. Questi cimeli si aggiungono ai 10 fascicoli sulle operazioni navali della Grande Guerra che sono stabilmente esposti a bordo della goletta Oloferne, l’imbarcazione d’epoca che ospita il Museo Navigante. L’iniziativa della Marina Militare si inserisce nell’ambito delle attività commemorative del Centenario della Grande guerra. 
Dal Castello Svevo di Brindisi provengono l’elmetto, l’uniforme e gli utensili da campo di un marinaio della Brigata Marina risalenti alla Prima guerra mondiale. Brigata Marina è la denominazione che venne data, l’indomani di Caporetto, a reparti di marinai della Fanteria di Marina che combatterono sul fronte marittimo, alla foce del Piave e dell’Isonzo. 
 
Da quei reparti, che difesero a oltranza Venezia, nacque il Reggimento Marina San Marco, attuale Brigata Marina San Marco, la componente anfibia delle Forze Armate Italiane, che ha come emblema proprio il Leone della Serenissima. Durante la Grande guerra, Brindisi e Taranto furono le principali basi della squadra da battaglia della Regia Marina pronta a intervenire in Adriatico contro la Marina austro ungarica. 
Provengono invece dalla Mostra storica artigiana dell’Arsenale di Taranto l’elmo da palombaro di inizio Novecento e la ruota del timone della Regia Nave Garibaldi, incrociatore corazzato varato nel 1899 nei cantieri Ansaldo di Genova. Questa nave aveva sul proprio labaro miniata «La preghiera del marinaio» scritta da Antonio Fogazzaro. La preghiera, che venne letta per la prima volta nel 1902 proprio a bordo del Garibaldi, ancora oggi viene recitata al tramonto sulle navi della Marina in navigazione durante l’ammainabandiera. 
Quattro palle di cannone in pietra e quattro in metallo utilizzate per cannoni da 12 libbre di fine Seicento inizio Settecento provengono invece dal Castello Aragonese di Taranto, affidato alla Marina sin dalla fine dell’Ottocento e dal 2005 oggetto di una intensa attività di valorizzazione e promozione (con 750 mila visitatori è il secondo sito per numero di visite nella regione). Le palle erano usate per i cannoni a difesa del castello e potevano colpire bersagli navali a circa 500 metri o, nei tiri a terra, a 4 mila metri.
Questi preziosi reperti, che appartengono all’immenso patrimonio marittimo custodito dalla Marina, saranno esposti al pubblico durante tutta la tappa.


Ultimo aggiornamento: 05/02/18

Ricerca e Innovazione: ora c'è una RETE fra COMUNI - Dichiarazione Ass. Coronese

Stemma Gallipoli
Si è costituita in Puglia, con l’ex art 30 del TUEL, un' Associazione di Comuni, come nodi territoriali comunali in Ricerca e Innovazione. La finalità della RETE Antenna PON Puglia è quella di coinvolgere i cittadini nell' informazione, conoscenza e diffusione sull’utilizzo dei fondi strutturali in Ricerca e Innovazione e, in co-design, partecipare attivamente alla definizione di nuove policy pubbliche a partire dalla domanda diffusa dei loro territori e comunità. 

L’associazione è aperta, inclusiva, solidale , sussidiaria e in quanto RETE di Comuni ha l’obiettivo di dialogare con i livelli istituzionali regionali e nazionali. I comuni associati firmatari sono Gioia del Colle (Ba), comune capofila, Noci (Ba) Noicattaro (Ba), Rocchetta Sant’Antonio (Fg),Fasano (Br), Cisternino (Br), Mesagne (Br), Grottaglie (Ta), Melpignano (Le), Campi Salentina (Le), Galatone (Le),Gallipoli (Le). 

L’iniziativa della firma dell’atto di Convenzione è avvenuta con l’egida della Regione Puglia e della AdG (Autorità di Gestione) del PON Ricerca e Innovazione 2020 presso la Casa della Partecipazione alla Fiera del Levante, luogo che sarà messo a disposizione dall’Ente Regionale . Il progetto RETE Antenne PON è un progetto della Strategia nazionale della comunicazione del PON Ricerca e Innovazione 2020 che prevede un ‘accordo di cooperazione interistituzionale’ come governance multilivello del processo di attuazione del programma nelle 8 regioni coinvolte. 

All' Iniziativa hanno portato il loro saluto l’On Titti De Simone consigliera del Presidente della Regione Puglia per l’attuazione del programma e il Dott. Fulvio Obici, in rappresentanza ella Autorità di Gestione del PON Ricerca e innovazione 2020 e responsabile della Comunicazione dello stesso programma. Il Dott. Pasquale Orlando, Autorità di gestione del PO Fesr/Fse della Regione Puglia ha dichiarato in un incontro con il rappresentante del PON RI 2020, la disponibilità e attenzione della Regione Puglia ad essere parte attiva del Progetto RETE Antenna PON promosso dal MIUR nelle Regioni del Programma. Il sindaco di Gioia del Colle Donato Lucilla è stato eletto Presidente e vice presidenti i sindaci di Rocchetta Sant’Antonio Valentino Petruzzi e il sindaco di Gallipoli, Stefano Minerva. Il direttivo della associazione è composta inoltre dagli amministratori dei comuni di Mesagne e Grottaglie. La votazione è avvenuta all’unanimità dei presenti con diritto di voto. Ai lavori hanno partecipato anche gli amministratori dei comuni di Taranto , Triggiano (Ba), Cassano (Ba),Troia (Fg), Candela Fg) che hanno già fatto delibere di giunta e che si apprestano ad andare in Consiglio comunale per l’adesione. Inoltre , a nome delle associazioni imprenditoriali c he hanno seguito questo percorso ha portato un saluto il Vicepresidente nazionale della Lega Coop Carmelo Rollo. 

Dichiarazione Assessore Silvia Coronese: 

"Sono orgogliosa di aver rappresentato la città di Gallipoli nell'incontro tenutosi venerdì scorso a Bari, nel quale la nostra città ha ottenuto la vicepresidenza all' interno del progetto della Rete dei comuni - Antenna PON. Una carica importante perché ci permetterà di avere un rapporto diretto con tutti i paesi della nostra regione, al fine di progettare insieme ad essi e valorizzare i rispettivi territori. Grazie alla rete Antenna PON contiamo di riuscire a sfruttare tutti i bandi regionali, ministeriali ed europei di modo da realizzare nuovi progetti per il bene della città. 

Ultimo aggiornamento: 01/02/18

Intervento Assessore alla Creatività - Turismo, Commercio, Spettacolo - Emanuele Piccinno - risposta attacco opposizione Gallipoli Futura

Stemma Gallipoli
“A chi si sofferma esclusivamente sulle criticità rivolgo il mio intervento che non si propone come uno sterile attacco al pari di quello ricevuto, ma come un atto mirato a colmare le evidenti lacune che l’opposizione sembra avere sull’operato dell’amministrazione. 

Una premessa risulta dunque più che necessaria: anche quando sembra tutto fermo, l’attuale Amministrazione non resta con le mani in mano come dall’altra parte, indubbiamente, si è soliti fare, ma si lavora per il bene della città. Sulla questione della litoranea vi è poco da dire, poiché i lavori sono frutto di anni e anni di segnalazioni da parte dei cittadini e turisti. Da anni si è sempre detto che quella strada era un problema per la città e noi ora la stiamo rinaturalizzando, migliorandone la vivibilità, scoraggiando la cementificazione legata alla speculazione in cui altre amministrazioni hanno investito. Non essere in grado di accettare che la macchina amministrativa funzioni spaventa come il cambiamento che stiamo apportando in città. Per non parlare quindi, della questione della Blue Salento: un’area che, ritornando ad essere di proprietà comunale, non sarà più figlia di indirizzate agevolazioni. 

Sui lidi chiusi e sulla questione Parco Gondar non mi esprimo, è stato già detto troppo, sebbene debba essere chiaro che noi siamo dalla parte degli imprenditori che hanno investito nel nostro territorio, ma bisogna anche tutelare il diritto dei cittadini di vivere in tranquillità l’estate. 

Detto ciò, a chi pensa che non vi sia programmazione, vorrei ribattere con una sfilza di attività ed eventi che portiamo avanti da, ormai, quasi due anni: riconfermando la partecipazione alle fiere locali, nazionali ed internazionali portiamo avanti quel piano di destagionalizzazione che ha visto Gallipoli, nei mesi di maggio e giugno, pullulare di turisti e visitatori. Ancora, porteremo qui il mondiale di AquaBike che attirerà appassionati e curiosi da tutto il mondo e attiveremo festival ed eventi dal forte richiamo culturale e turistico. D’altronde, non ho memoria di un Natale così ricco di eventi come quello appena trascorso. Non dimentichiamo che, l’estate scorsa, con l’ordinanza anti bivacco, quella contro il sovraffollamento e con il vademecum per le strutture turistico-ricettive e con una serie di altre ordinanze abbiamo raddoppiato i controlli. 

Più di tutto, stiamo costruendo, mattone dopo mattone, il complesso sistema organizzativo in vista dell’estate. Non dimentico però i post sui social e gli articoli sulla stampa che diffamavano un turismo che ora qualcuno sembra rimpiangere: non era forse la stessa opposizione a recriminare il vecchio modello turistico? 
Ultimo aggiornamento: 31/01/18

Bicentenario della nascita di Antonietta De Pace e Bonaventura Mazzarella

Stemma Gallipoli
Una giornata dedicata a due illustri  personaggi gallipolini 

Biblioteca Sant’Angelo – Centro Storico Gallipoli

ore 18 - 2 febbraio 2018 


Si è svolta ieri sera, 29 gennaio, la presentazione dell’evento dedicato al bicentenario della nascita dei gallipolini Antonietta De Pace e Bonaventura Mazzarella. Location d’eccezione ‘Palazzo d’Ospina’, dimora settecentesca al civico 16 di via Sant’Angelo, che ha dato i natali alla patriota garibaldina.

Un incontro dedicato ai due eroi mazziniani del Risorgimento meridionale per anni dimenticati e che verranno omaggiati il prossimo 2 febbraio, alle ore 18,  presso la Biblioteca Sant’Angelo nel centro storico di Gallipoli.
“Due amici, nati a distanza di quattro giorni l’uno dall’altra e che abitavano a cento metri di distanza” così come ha spiegato ieri lo storico e biografo Federico Natali.

Ad intervenire oltre al Sindaco di Gallipoli, Stefano Minerva, alla Presidente FIDAPA dott.ssa Anita Marzano, il prof. Federico Natali e il Presidente della Compagnia teatrale Talianxa Pino della Rocca. Graditi ospiti della conferenza anche  la famiglia Senape-De Pace, discendenti di Antonietta De Pace.

L’evento è stato allietato anche da una performance teatrale a sorpresa dell’attrice Maria Rosaria Trianni, nei panni di Antonietta De Pace, che ha recitato un breve monologo tratto dallo spettacolo che andrà in scena il prossimo 10 marzo.


Un evento ideato dal prof. Federico Natali, promosso dall’attuale Amministrazione Comunale con Talianxa, con il supporto di FIDAPA, Commissione Pari Opportunità e Circolo La Fenice.



Dichiarazione Sindaco Stefano Minerva: 

“Abbiamo voluto costruire, a partire da questo momento, la giusta celebrazione alla memoria di questa donna straordinaria di cui ogni gallipolino deve andare fiero. Ringrazio la Presidente FIDAPA Anita Marzano per aver messo a disposizione la propria casa perché anche il valore simbolico è importante in questi momenti.
Ringrazio Pino Della Rocca e Talianxa protagonista in questo percorso;  ringrazio di cuore il Prof. Federico Natali, l’artefice vero del ricordo e della memoria, dell’insegnamento per le nuove generazioni affinché possano capire e comprendere lo sforzo di quella donna straordinaria e di quello che ha lasciato alla nostra città.”

Abbiamo costruito l’evento in tre momenti:: partiremo il 2 febbraio con una commemorazione ad Antonietta De Pace in cui si ricorderanno le sue gesta e successivamente, il 10 marzo, la compagnia teatrale Talianxa porterà in scena gli episodi della vita della nostra eroina. 
Infine, il giorno 21 marzo, nella giornata mondiale della poesia, continueremo questo percorso con una percorso dedicato al Patitari.”

Dichiarazione Presidente Anita Marzano:

“Sensibile alla sua figura, nel 2008, la nostra sezione FIDAPA curò il restauro del dipinto che la ritrae. Da allora è esposto nel Museo Civico ‘E.Barba’ consegnandolo così alla fruibilità del pubblico. Inoltre, FIDAPA – Sezione Gallipoli che ho il piacere di guidare per la terza volta, è fortemente legata alla figura di Antonietta De Pace per una combinazione di cause tra cui la vicenda che mi vede coinvolta in prima persona essendo io residente nella dimora storica dove nacque l’eroina.”





allegatoLocandina (file pdf 1.237Kb)
Ultimo aggiornamento: 30/01/18

Celebrazioni per il Bicentenario della nascita di Antonietta De Pace

Stemma Gallipoli
Lunedì 29 Gennaio 2018 alle ore 18:00, in Via S. Angelo 16 – Gallipoli, Centro Storico, si terrà la conferenza stampa di presentazione delle celebrazioni in occasione del Bicentenario della nascita di Antonietta De Pace.

 
Intervengono: Stefano Minerva, Sindaco di Gallipoli – Anita Marzano, Presidente Fidapa sez. di Gallipoli – Prof. Federico Natali, Scrittore e Autore teatrale – Pino della Rocca, Compagnia Teatrale Talianxa
Ultimo aggiornamento: 27/01/18

Maratonina dello Jonio-Gallipoli

Stemma Gallipoli
Il 28 Gennaio si terrà la decima edizione della Maratonina dello Jonio-Gallipoli. Un appuntamento da non perdere! 

Consigliamo a tutta la cittadinanza di accogliere i partecipanti con la gentilezza che ci contraddistingue. Chiediamo cortesemente di non utilizzare l'automobile per le prime ore della giornata e nel tratto indicato. 


Ultimo aggiornamento: 23/01/18

Premio Letterario Nazionale 'Dei due Mari' - Quarta edizione

Stemma Gallipoli
Proloco di Gallipoli con il Patrocinio del Comune di Gallipoli organizza la quarta edizione del Premio Letterario Nazionale “Dei due Mari” 
Il concorso si articola in due sezioni: A) Racconto inedito in lingua italiana. B) Poesia inedita in lingua italiana. Tema libero. 
 
Il regolamento è riportato di seguito. 
allegatoRegolamento (file pdf 29Kb)
Ultimo aggiornamento: 17/01/18

Approvato il progetto 'TRUST - cooperaTionfoRsUStainableTransport' presentato dal Comune di Gallipoli

Stemma Gallipoli
Il Comitato di Sorveglianza del Programma Interreg V-A Grecia Italia 2014-2020 ha approvato il progetto “Trust” presentato dal Comune di Gallipoli nell'ambito della primo Bando per progetti ordinari. Il progetto ha brillantemente superato la valutazione qualitativa ed è stato quindi ammesso al finanziamento con circa 900.000 €. E’ stato selezionato tra oltre 349 proposte presentate sui quattro diversi assi prioritari ed è uno dei soli 6 progetti finanziati sull’Asse 3 “Sistema sostenibile dei trasporti”, finalizzato a favorire l'uso di soluzioni green nel settori del trasporto. 

Il progetto prevede, oltre il Comune di Gallipoli come capofila, la partecipazione dell’Università LUM di Bari e di due partner greci: Agenzia dei trasporti “EgnatiaOdos SA” e la Regione dell’Epiro. L’obiettivo del progetto è quello migliorare la cooperazione tra pubblico e privato sviluppando le connessioni nel sistema di trasporto multimodale –porti,aeroporti,ferrovie,rete stradale, piste ciclabili- per raggiungere le principali mete attrattive, culturali-ambientali, tra paesi transfrontalieri, razionalizzando così la gestione dei flussi di traffico dei privati motorizzati. Attraverso una piattaforma e delle applicazioni verrà fornita, agli utenti, la necessaria informazione sull'opportunità di utilizzare l’intermodalitànei sistemi di trasporto. 

In data 12 gennaio 2018 il Segretariato Congiunto del Programma Grecia – Italia ha incontrato i funzionari del Comune di Gallipoli per illustrare i passi antecedenti alla firma del contratto di finanziamento e per dare così inizio alle attività di cooperazione che si svilupperanno nei prossimi due anni. 

Dichiarazione Assessore Silvia Coronese: 

"La mobilità sostenibile è una delle nuove frontiere da rincorrere: specialmente per un paese come Gallipoli non vi è nulla di meglio che investire nei bandi europei. Siamo risultati vincitori con questo progetto che coniuga mobilità sostenibile e tecnologia: app, percorsi, servizi multimediali e infopoint adeguati saranno messi a disposizione per tutti coloro i quali vorranno fare percorsi alternativi. 

In un paese come Gallipoli, naturalmente in pianura, chiunque avrà voglia potrà scoprire nuovi percorsi culturali, artistici e naturali avendo così, in poco tempo, un'idea totale di quella che è la città. Investire su Gallipoli a lungo termine è il nostro primo obiettivo: è anche necessario pensare così in grande per il bene del paese." 
Ultimo aggiornamento: 15/01/18

Presentazione Carnevale di Gallipoli 2018

Carnevale di Gallipoli

Presentazione dell'edizione 2018 del Carnevale di Gallipoli.

Lunedì 15 gennaio 2018 - ore 12:00

Comune di Galipoli - Sala riunioni - via Pavia 

Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare. 

allegatoInvito (file pdf 4.256Kb)
Ultimo aggiornamento: 10/01/18

Open University

Open University
La Proloco di Gallipoli avvia corsi di formazione/informazione aperti a quanti volessero farne parte.
I corsi saranno tenuti da esperti che mettono a disposizione generosamente le loro competenze ed il loro tempo.
I corsi avranno inizio nella seconda metà di Novembre 2017
La frequenza è gratuita.
 
Maggiori informazioni nel documento di seguito riportato. 
allegatoOpen University (file pdf 274Kb)
Ultimo aggiornamento: 07/01/18

Intervento Sindaco Minerva - Seconda edizione de 'La Notte dei Pupi e della Taranta'

Stemma Gallipoli
"Solitamente l'inizio dell'anno è dedicato ai buoni propositi, ma è anche tempo di fare un primo bilancio di quanto accaduto ieri. La pioggia non ha fermato del tutto il nostro Capodanno e posso riconfermare l'evento come uno dei più attesi del territorio. Unire le eccellenze della città, l'arte e la tradizione con uno dei fiori all'occhiello della cultura salentina ha fatto sì che migliaia di persone, per il secondo anno consecutivo, facessero ritorno nella città più bella del mondo. 

Un obiettivo raggiunto grazie al supporto della Regione Puglia, grazie all'Assessore all'Industria turistica Loredana Capone che da sempre ha sostenuto progetti ed attività nella nostra città e che crede fortemente nel valore del nostro territorio. Un binomio imprescindibile "Taranta-Gallipoli" possibile anche grazie alla volontà dell'Amico Massimo Manera, Presidente della Fondazione de La Notte della Taranta che ha, da subito, accolto di buon grado la proposta. 

Una vision comune che rafforza tutti: con l'Associazione 'Cantieri del Capodanno' stiamo portando alla ribalta il rito dei pupi, visitatori e turisti iniziano a scegliere Gallipoli anche per scoprire più da vicino questa tradizione che diviene sempre più popolare. Un progetto che porta ad una conseguente crescita dei flussi turistici e che rientra nel piano della destagionalizzazione. 

Più di tutto, è importante considerare che abbiamo già posto le basi per la terza edizione de 'La Notte dei Pupi e della Taranta': chiusa la seconda, siamo già proiettati per costruire il Capodanno 2019. Una programmazione a lungo termine porterà sicuramente grandi risultati." 

Ultimo aggiornamento: 02/01/18

Questione botti di Capodanno - Appello Congiunto Consigliera Caterina Fiore e Consigliere Vincenzo Piro

Stemma Gallipoli
Appello Congiunto Consigliera Caterina Fiore e Consigliere Vincenzo Piro 'Questione Botti di Capodanno' 

"Siamo in un periodo dell'anno molto particolare dove, specialmente a Gallipoli, si sente forte il richiamo della tradizione. I pupi, fiore all'occhiello della cultura tradizionale gallipolina, rappresentano dei micro-eventi molto attesi in ogni quartiere. Quest'anno però sentiamo il dovere di fare un appello alla cittadinanza e di spronare la collettività ad un festeggiamento responsabile e consapevole. Nel rispetto di chi ci circonda invitiamo tutti a non acquistare o far uso dei cosiddetti botti di Capodanno al fine di non ledere la sensibilità sia degli animali che delle persone. Sappiamo tutti quanto un boato possa destare fastidio ai nostri amici a quattro zampe, per questo motivo chiediamo uno sforzo collettivo: abbandoniamo l'idea di un Capodanno rumoroso in favore di uno più rispettoso." 

Ultimo aggiornamento: 29/12/17

Capodanno a Gallipoli: una notte magica con taranta e pupi

Stemma Gallipoli
Concerto Orchestra Popolare la Notte della Taranta
diretta da Daniele Durante 
e con Antonio Amato, Alessandra Caiulo, Enza Pagliara, Stefania Morciano, Ninfa Giannuzzi 
 
1 gennaio, Corso Roma e Piazza Tellini, ore 19.30 
 
Dopo il successo della prima edizione torna a GALLIPOLI l’appuntamento più atteso dell’inverno salentino: La NOTTE dei PUPI e della TARANTA. Musica e arte della cartapesta insieme per regalare ai visitatori un viaggio di emozioni e suggestioni nel Salento autentico. 
Il progetto nato dal dialogo tra Regione Puglia, Comune di Gallipoli, Associazione Cantieri del Capodanno e Fondazione La Notte della Taranta punta a valorizzare la tradizione dei PUPI di San Silvestro attraverso un percorso di conoscenza che parte il 26 dicembre e si conclude l’1 gennaio con il Concerto della celebre Orchestra Popolare. 
I quartieri della città sono già a lavoro per realizzare i PUPI che verranno fatti scoppiare la notte di San Silvestro come da tradizione. Uno per ogni quartiere in una sfida da vivere per le vie della città ammirando lo spettacolo di fuoco e luce per salutare il vecchio anno rappresentato dai fantocci di cartapesta e dare il benvenuto al 2018. 
 
I PUPI dei quartieri saranno in mostra su CORSO ROMA il 26 e 27 dicembre quando si potrà ammirare anche il PUPO speciale di grandi dimensioni che sarà fatto scoppiare il primo dell’anno e che darà il via alla grande festa di piazza con la Notte della Taranta. Un rituale contemporaneo di forte impatto che rende omaggio all’arte dei maestri cartapestai.

Interviene così l’Assessore Regionale all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone:
“La musica, il canto popolare, e i pupi di Gallipoli. Due tradizioni straordinarie il primo gennaio s’incontreranno per raccontare una storia che ha un unico filo conduttore: la comunità Salentina. Quella delle mani che si mischiano con la terra, delle abitudini centenarie, delle parole arcaiche quanto moderne, e quella della vita che si consuma nelle periferie, nelle case, nei garage dei cartapestai gallipolini che, il 31 di ogni gennaio, consegnano al fuoco il bilancio di un anno passato e le speranze di quello che, invece, si appresta a cominciare. Tutto questo per la Regione è un patrimonio preziosissimo. Lo è perché è questa la narrazione della Puglia che vogliamo. È questo il nostro principale tratto di unicità. Abitare le storie dei luoghi rende il viaggio una scoperta continua che non si limita al piacere dello sguardo ma va in profondità, fino a toccarne l’anima. Solo così chi va via sarà stimolato a tornare”

“Siamo contenti dell’attenzione che la Regione Puglia e il Comune di Gallipoli stanno dimostrando verso questa antichissima tradizione esclusiva di Gallipoli, quella dei Pupi di Capodanno, ha spiegato il presidente dell’Associazione Cantieri di capodanno Giovanni Chetta. La manifestazione ha tutte le potenzialità per diventare l’evento dell’inverno gallipolino e del Salento tutto, valorizzando così le capacità artistiche dando la possibilità ai giovani artigiani di  esprimere creatività e bellezza”.  
 
Un successo da riconfermare per il Sindaco di Gallipoli Stefano Minerva: “Quando vi è collaborazione, allora vincono tutti: anche quest’anno l’appuntamento con le eccellenze del territorio si celebra nella nostra meravigliosa città.  Il ritmo travolgente de “La Notte della Taranta” unito alla maestria dei nostri cartapestai daranno vita ad una seconda edizione fatta di qualità e tradizione e che porterà sempre di più alla ribalta i Pupi, fiore all’occhiello dell’arte gallipolina. Un progetto possibile grazie all’aiuto prezioso della Regione Puglia, nella persona dell’Assessore Loredana Capone, che da sempre supporta iniziative e attività di valore in grado di far crescere comunità e territorio. Ancora un doveroso ringraziamento a Massimo Manera, amico e presidente della Fondazione La Notte della Taranta, per il lavoro sinergico, per aver creduto fin da subito in questo progetto e per non aver esitato nel rendere unico il primo giorno dell’anno. Infine un ultimo, ma non scontato, grazie al presidente dell’Associazione Cantieri del Capodanno Giuseppe Chetta per aver messo a disposizione tutta l’arte dei maestri cartapestai e per aver collaborato a questo straordinario progetto”.
Un Capodanno che si preannuncia memorabile. Sul palco della città jonica saliranno i protagonisti del Concertone che a  Melpignano hanno conquistato il pubblico dei 200mila e la critica musicale internazionale. 
 
 “Pizzica infuocata di Puglia” per il The Wall Street Journal.  Le recensioni entusiastiche dei critici musicali italiani parlano di “tradizione e sound contemporaneo”, di “ritmo selvaggio e ancestrale” che “celebra la forza della musica”, “gigantesca e imprevedibile ogni volta”. 
“Suono compatto e solisti impeccabili” con  Antonio Amato, Alessandra Caiulo, Enza Pagliara, Ninfa Giannuzzi e Stefania Morciano per un viaggio indimenticabile nella tradizione popolare del Salento,  accompagnati da Roberto Chiga (tamburello), Nico Berardi (fiati), Francesco Astore (violino), Antonio Marra (batteria), Roberto Gemma (mantici) Valerio Combass Bruno (basso), Gianluca Longo (mandola), Attilio Turrisi (chitarra battente). L’Orchestra sarà diretta da Daniele Durante. Sul palco anche i  ballerini  di pizzica della Compagnia di Danza della Taranta  Piero Balsamo e Andrea Caracuta, Laura De Ronzo e Serena Pellegrino.
Si prevede un capodanno tutto da ballare con uno spettacolo che avrà inizio alle 19:30 con lo scoppio del PUPO di Capodanno e subito dopo il Concerto che accompagnerà il pubblico con pizziche scatenate e ballate popolari a festeggiare il nuovo anno. 
A GALLIPOLI  l’Orchestra Popolare presenterà una selezione di brani che con La Notte della Taranta tour hanno portato la musica popolare salentina in tutto il mondo: dalla Cina a New York, dalla Giordania a Londra, dalla Germania a Kuwait City. Un viaggio tra tradizione e contemporaneità  lungo 20 anni. 

PROGRAMMA

  • 26-27 dicembre  –   dalle ore 9:00 Corso Roma  MOSTRA dei PUPI  
  • 31 dicembre  –  dalla mezzanotte scoppio PUPI nei quartieri della città 
  • 1 gennaio   –  ore 19:30 piazza Stazione scoppio PUPO di Capodanno
  •                            ore 21:00 piazza Tellini, Concerto Orchestra La Notte della Taranta
 
Ultimo aggiornamento: 23/12/17

Installazione 10 DAE nei punti nevralgici della città - Dichiarazione Sindaco Minerva

Stemma Gallipoli
Sono stati installati, nel pomeriggio di ieri, dieci defibrillatori nelle apposite teche collocate nei punti principali della città. Una promessa mantenuta da parte dell'Amministrazione Comunale e che ha dato seguito all'adesione del Comune di Gallipoli al progetto PAD (Public Access Defribrillation), promosso dall'ASL di Lecce che prevede la dotazione in città delle attrezzature DAE, ovvero dei defibrillatori automatici esterni, nei punti nevralgici del territorio comunale, marine comprese. 

Ogni apparecchio installato, adatto per l'uso sia su bambini che su adulti, è stato mappato dal dipartimento di E.U. 118 e dà la possibilità ad ogni operatore sanitario di conoscere perfettamente la collocazione di ogni singolo apparecchio e di poterlo localizzare facilmente in caso di necessità. 

Le teche allarmate, sia con un lampeggiante visivo sia con un antifurto sonoro, sono dotate inoltre di un combinatore telefonico che in caso di apertura seleziona sei numeri di emergenza da contattare. 

Dichiarazione Sindaco Stefano Minerva: 

"Ringrazio la dott.ssa Quarta per aver donato alla città i defibrillatori e tutti coloro che si sono fortemente impegnati affinché la città fosse provvista dei DAE: dalla Commissione Sanità a tutti i Consiglieri comunali che hanno sostenuto e supportato il progetto fino ai privati che hanno contribuito alla realizzazione del progetto. 

Lo sforzo che vi è dietro ad ogni singola installazione è impensabile. Permettere di avere un'apparecchiatura disponibile 24h su 24h presuppone una serie di accorgimenti: dalla messa in sicurezza della teca, al collegamento telefonico fino alla manutenzione dei dispositivi DAE stessi. Uffici, collaboratori e ASL hanno accelerato i tempi e fatto sì che tutto fosse pronto per Natale. Ecco un altro regalo alla città, ma ancora una volta, confido nel buon senso di tutti e nell'uso responsabile dei dispositivi".
 
Ultimo aggiornamento: 23/12/17

Intervento Consigliera Caterina Fiore

gallipoli
"Il mio regalo per Natale alla città: lo avevo promesso e sono fiera di essere riuscita a portare avanti, fino in fondo, il mio obiettivo. L'attuale Amministrazione consegna oggi alla città il parco 'Stanislao Senape De Pace': panchine, cestini per le deiezioni canine, nuovi impianti elettrici e vecchi lampioni ripristinati a norma di legge. 
 
Ho voluto fortemente dare dignità al parco e permettere ai gallipolini di rimanere in città per trascorrere momenti felici con i propri amici a quattro zampe. Per farlo, nei prossimi giorni saranno installati due attrezzi agility dog e, nell'arco di 20 giorni, sarà ripristinata la restante area. Giochi per bambini e adeguamento del terreno saranno le prossime azioni affinché questo parco sia il 'parco per tutti', per le famiglie, per portare a passeggio sia cani che per far divertire i più piccoli all'aria aperta. 
 
In attesa di avviare il macro progetto nel parco di via Firenze, ho pensato che iniziare anche dalle piccole aree sarebbe stato un segnale importante: la cura e l'attenzione non mancano agli amministratori e, personalmente, ho voluto dimostrare che l'impegno per la città è al primo posto nella scala delle priorità. 
 
Un lavoro svolto in collaborazione con gli uffici comunali, settore Ambiente e ufficio tecnico hanno subito sposato questo progetto e con l'aiuto del vicesindaco Cosimo Alemanno abbiamo, in pochissimo tempo, portato un risultato tangibile in città. 
 
Il lavoro di squadra premia sempre e tutto ciò non sarebbe possibile senza il prezioso supporto del Sindaco Minerva che incoraggia noi tutti a mantenere le promesse fatte ai concittadini. 
 
Un'ultima, importante e necessaria considerazione che ci tengo a fare è che non passeranno inosservati gli atti di inciviltà: le deiezioni canine devono essere raccolte, gli attrezzi devono essere rispettati, la pulizia dovrà essere un obiettivo comune. Dobbiamo essere prima noi gallipolini ad avere rispetto di ciò che ci appartiene. Troppe volte si fanno paragoni con altre città e si pensa a denigrare quello che abbiamo: il mio è un appello alla cittadinanza affinché esca fuori l'orgoglio, sia più forte il senso di appartenenza nei confronti di Gallipoli.

Ora cerchiamo di tutelare ciò che è nostro: è un dovere e un diritto di tutti." 

Consigliera Caterina Fiore 

Ultimo aggiornamento: 22/12/17

L'amministrazione regala pacchi alimentari ai bisognosi - dichirazione Ass. Coronese

Stemma Gallipoli
Sono stati distribuiti nel corso della mattinata, 68 pacchi alimentari destinati alle famiglie bisognose. Per la prima volta a Gallipoli, l'Amministrazione Comunale finanzia aiuti alimentari con le proprie risorse, attingendo ai fondi destinati al settore dei Servizi Sociali. 

Un aiuto tangibile e necessario reso possibile grazie alla collaborazione con le parrocchie gallipoline: dalla Chiesa di San Gabriele sino alla Cattedrale di Sant'Agata, questa mattina l'Assessore alla Felicità, Silvia Coronese con l'aiuto del Consigliere Gianpaolo Abate ha consegnato personalmente i pacchi ai parroci e ai responsabili della Caritas che, nei prossimi giorni, si occuperanno di destinare i pacchi a chi è in stato di necessità. 

"Avendo evaso tutte le domande pervenuteci relative ai contributi economici per le famiglie, abbiamo deciso di destinare una somma all'acquisto di pacchi alimentari. Nessuna Amministrazione in passato ha avuto così cura delle famiglie meno abbienti - dichiara l'Assessore Coronese - Questa per noi non è politica, è esprimere vicinanza ai propri concittadini. Ognuno merita un Natale con la N maiuscola e questi pacchi saranno un valido supporto a rendere le festività dignitose. Non vogliamo strumentalizzare la bontà del gesto, con questa notizia vogliamo solo sottolineare quanto l'attuale Amministrazione sia sempre presente e pronta al sostegno." 

 
Ultimo aggiornamento: 20/12/17

Gallipoli, a volo di gabbiano

Stemma Gallipoli
La sala ennagonale del Castello della città jonica ospita un progetto fotografico di Alessandro Magni


Venerdì 22 dicembre alle 17 la sala ennagonale del Castello di Gallipoli, in provincia di Lecce, ospita l'inaugurazione della mostra "Gallipoli, a volo di gabbiano" che propone nove fotografie di grande formato scattate da Alessandro Magni. Gallipoli fa venir voglia di fotografare, il mare, le sue mura, il tramonto e poi l’isola, la gente, i vicoli, il castello, le torri costiere, immagini in grado di suscitare emozioni e raccontare mille storie. Le vedute di Magni, le sue prospettive a pelo d'acqua, gli scorci rasoterra o a una manciata di metri da un faro risultano quasi irreali e, fino a pochi anni fa, appannaggio soltanto dei pennuti in volo sulla città, che da millenni godono del panorama migliore. Magni ha scelto di mettersi nei panni dei gabbiani, evocati anche nel titolo, e, con l’aiuto di un drone, ha raccontato una Gallipoli inedita, nuova e insolita con inquadrature sorprendenti come la splendida vista del faro dell’Isola di Sant’Andrea, l’insolita alba o i frangiflutti che sembrano zollette di zucchero nel mare. Una serie di scatti a volo d'uccello compongono questa mostra - che sarà aperta sino al 25 marzo - in grado di farci volare. Nel periodo natalizio, sino a domenica 14 gennaio, il Castello accoglie anche la quarta edizione della mostra Presepi d'autore. Curata da Daniela De Vincentis propone dodici opere provenienti dal Museo della Ceramica di Grottaglie. Si rinnova, infatti, l'incontro tra culture e tradizioni attraverso l'esposizione delle opere premiate nell’ambito della “Mostra del Presepe”, rassegna trentennale dedicata all’arte del presepe in ceramica. Le due mostre sono organizzate da Orione Comunicazione - che dal 2014 gestisce il Castello con la direzione artistica dell'architetto Raffaela Zizzari e il coordinamento di Luigi Orione Amato - in collaborazione con il Comune di Gallipoli. Ingresso 5 euro - ridotto 3 euro. Info e prenotazioni info@castellogallipoli.it - 0833262775. 

Alessandro Magni, gallipolino, classe 1966, avvocato con la passione per la fotografia e l'interesse verso l'azione e l'estremo iscritti nel suo DNA. Seguendo il padre, appassionato della videoripresa amatoriale in B/N sin dagli anni '60, coltiva la passione della fotografia iniziata all'età di 16 anni, stando accanto ad amici fotografi professionisti, carpendo nozioni e tecniche. Inizia a scattare con la sua prima reflex, una mitica Canon AE1 Program nei primi anni '80 e, dopo pochi anni, si rende conto che gli shooting in location ed ambienti chiusi non lo appagano. Si avvicina alla fotografia subacquea, ma i costi proibitivi dell'epoca per l'acquisto delle attrezzature condizionano non poco l'evolversi della sua passione. Con il passare degli anni la telecamera e, quindi, la videoripresa hanno il sopravvento proprio per l'immediatezza della visione di quanto ripreso. Nella metà degli anni '90, i grandi eventi nautici a Gallipoli stimolano in lui il ritorno alla fotografia e comincia la collaborazione con varie testate giornalistiche e riviste del settore, regalando scatti unici. La sua ricerca è incentrata sull'adrenalina, che un semplice frame può generare nella mente di chi lo guarda. Piloti, kiter, sub, rider, biker e tutto quello che ha sapore di sport ed azione, danno nuova linfa al suo interesse di tradurre in immagini uno spaccato di vita ai più sconosciuto. La fotografia digitale apporta poi una ventata di novità che, colta al volo, gli consente di utilizzare particolari e moderne attrezzature fotografiche, innovative tecniche di ripresa, dalla comunissima cam on board al drone di ultima generazione. Nota costante nella sua passione è lo "stormchaser", la fotografia abbinata ad eventi meteo eccezionali. Immortala, così, trombe marine, fulminazioni, mareggiate, i tramonti unici di Gallipoli e qualsiasi evento dove la Natura offre spettacolo. Suggestivi i vari reportage durante i suoi viaggi in Grecia, Stati Uniti, Africa, Inghilterra, Turchia, Olanda, Mauritius, Rep.Ceca, Francia e Spagna. Dalle sue fotografie si ha la sensazione che, prima di far scattare l'otturatore, egli veda nell'obiettivo quale sarà l'immagine finale ed è questo il motivo per il quale non è mai ricorso al fotoritocco, da lui tanto odiato. Attualmente è redattore della fotografia della rivista di nautica, natura e ambiente Puglia & Mare. 

 
Dal 22 dicembre al 25 marzo 

 
Ingresso 
Aperto tutti i giorni - Chiuso il lunedì (tranne festivi) 
dicembre, gennaio, febbraio 10/13 - 15/17 
marzo 10/13 - 15/18 

Biglietto 
Intero 5 euro 
Ridotto 3 euro (6-14 anni, oltre 65 anni, scolaresche, diversamente abili e relativi accompagnatori, gruppi superiori a 20 unità, residenti) 
Gratuito per minori fino a 5 anni, guide turistiche con patentino e con gruppo, disabili, giornalisti accreditati. 
La biglietteria chiude mezz’ora prima della chiusura del Castello 

Info e prenotazioni 
0833262775 info@castellogallipoli.it 


Ultimo aggiornamento: 19/12/17

Intervento Sindaco Stefano Minerva; 'Dopo 20 anni, metano e acqua bianca nella zona indutriale'

Stemma Gallipoli
"Dopo tanti anni, finalmente, in una zona industriale priva di servizi adeguati, abbiamo 'rispolverato' i residui di metratura per le condotte del gas realizzando l'infrastruttura necessaria a servire la zona in questione. 

Inoltre, grazie alla sollecitudine del Consorzio ASI e del suo Presidente, all'impegno della dottoressa Antonella Greco, componente del CDA dell'ASI, e a seguito degli incontri con il Presidente dell'AQP e con l' ing. Rainò, siamo riusciti ieri ad attivare la fornitura dell'acqua che serve la zona industriale. Ritengo l'episodio un evento storico ed epico, quest'area può oggi vantare servizi importanti e questo deve essere un monito per gli imprenditori ad investire nella zona industriale di Gallipoli." 

Ultimo aggiornamento: 16/12/17

Luci a Natale: calendario degli eventi natalizi

Stemma Gallipoli
L'Amministrazione Comunale è lieta di ufficializzare #LuciANatale, il calendario degli eventi creato appositamente per il periodo natalizio. 

Numerosi gli appuntamenti e le attività in programma: dall'animazione per bambini in piazza Carducci ad 'Oju Lampante' - festival della poesia dialettale e ancora, dagli spettacoli teatrali in piazza fino ai concertini in periferia. Tour guidati, mostre di presepi, mercatini, reading, gonfiabili, intrattenimento per bambini, bande di strada: un Natale pensato con il supporto di associazioni territoriali, culturali, teatrali che hanno fin da subito sposato il progetto. 

"Novità di quest'anno è che l'intrattenimento coinvolgerà tutte le zone della città - dichiara il Sindaco Stefano Minerva. - Grande importanza al centro storico: eventi in Piazza Della Repubblica e nei vari luoghi di cultura. Ancora, concertini nel Quartiere San Gabriele, in Viale Europa, in via Carlo Massa: il Natale deve essere più che mai coinvolgente. 

"Gli eventi nel centro storico sono stati pensati per incoraggiare i commercianti a tenere aperte le proprie attività - incalza l'Assessore alla Creatività Emanuele Piccinno. Abbiamo investito in questo Natale perché i gallipolini meritano di trascorrere le festività in allegria ed in serenità. Entriamo nel vivo del Natale con appuntamenti giornalieri ed attività no stop." 

 
allegatoCalendario (file pdf 744Kb)
Ultimo aggiornamento: 15/12/17

Corso di educazione stradale e ambientale

Stemma Gallipoli
Amministrazione e polizia municipale insieme per trasmettere le buone pratiche ai più piccoli

L’educazione parte dal basso: continua l’attività dell’Amministrazione, in collaborazione con la Polizia Municipale, nelle scuole primarie. A distanza di qualche mese, si torna nelle scuole per un progetto di educazione stradale che continuerà per l’intero anno scolastico.

Promotore dell’iniziativa l’Assessore Vincenti con delega alla Polizia Locale: 

“Ho pensato di mettere su una rivoluzione culturale – dichiara l’Assessore Giovanni Vincenti – che deve partire necessariamente dalle piccolissime generazioni. Un corso di educazione stradale e ambientale è di un’importanza straordinaria perché è proprio ai più piccoli che si devono trasmettere le buone pratiche.”

Iniziativa da subito sostenuta dal Comandante della Polizia Municipale, Raffaele Campanella:

“Il Corpo di Polizia Locale fin dall’inizio ha mostrato massima disponibilità e sensibilità all’espletamento di progetti all’interno delle scuole primarie ritenendo che la sicurezza della circolazione stradale e delle persone siano dei principi imprescindibili di una comunità. “

Nel corso delle attività di oggi presenti anche il Vigile Gabriele De Vittorio, il Sindaco Stefano Minerva e la Dirigente Scolastica Martinella Biondo.

Ultimo aggiornamento: 14/12/17

Un seminario sul Sistema Informativo Territoriale (SIT) di Gallipoli

Stemma Gallipoli
Si terrà venerdì 15 dicembre, alle ore 9:00, presso la sala conferenze della sede Comunale di Via Pavia a Gallipoli, il seminario, destinato ai professionisti, sul Sistema Informativo Territoriale, organizzato dal Comune di Gallipoli insieme con l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Lecce e l’Ordine degli Architetti della Provincia di Lecce.   
 
Il Comune di Gallipoli, nel 2010, ha avviato le attività di informatizzazione dei processi per la mappatura del territorio di competenza e una gestione più efficiente dei dati spaziali, dando il via alla progettazione di un SIT (acronimo di Sistema Informativo Territoriale) comunale . 
Nell’anno 2012, con il rilascio del Sistema Informativo Territoriale (SIT), i dati territoriali acquisiti e trattati sono stati messi a disposizione degli uffici comunali per le attività legate alla gestione del territorio, e resi fruibili a privati ed enti pubblici, mediante la pubblicazione online all'indirizzo ( http://sit.comune.gallipoli.le.it ).
 
Il SIT è un sistema in continua evoluzione che è stato già oggetto di aggiornamenti nel 2015 ed, in ultimo, nel corrente anno.
E’ motivo di orgoglio per il nostro Comune poter disporre e condividere un così prezioso strumento al servizio di una migliore conoscenza dello stato reale e giuridico del territorio al fine rendere più consapevoli le valutazioni delle strategie di sviluppo.

allegatoLocandina (file pdf 3.779Kb)
Ultimo aggiornamento: 13/12/17

Questione Lavoratori Nettezza Urbana: Intervento vicesindaco Alemanno e consigliere Quintana

Stemma Gallipoli
Intervento vicesindaco Alemanno: 

“Occorre ricordare come a seguito della procedura concorsuale avviata con la pubblicazione di apposito bando in data 23 ottobre 2015 il servizio pubblico di igiene urbana nell’Ambito di Raccolta Ottimale (ARO) n.11/LE, di cui al progetto approvato con decreto del Commissario ad Acta ing Roberto Pollieri 2/2015, è stato aggiudicato definitivamente alla R.T.I. composto da Gial Plast s.r.l (capogruppo) e Colombo Biagio S.r.l. (mandante). Nelle more della sottoscrizione del contratto d'appalto e dell'effettivo inizio del servizio con ordinanza sindacale n.151 del 06.07.2017 è stato ordinato alla sola Gial Plast S.r.l. con sede in Taviano (Le), di effettuare il servizio di raccolta, trasporto e smaltimento dei RSU nonché di raccolta differenziata ai patti ed alle condizioni e secondo le modalità tutte indicate nel contratto e nel capitolato a suo tempo sottoscritto con la società SETA spa e Navita srl. L'ordinanza ha validità sino al 31 dicembre 2017 e comunque sino all'effettivo avvio del nuovo servizio regolato dal contratto sottoscritto in data 21 novembre 2017. Sino a tale data il servizio verrà svolto dalla Gial Plast, nel rispetto dell'ordinanza sindacale, con l'utilizzazione di tutto il personale presente in cantiere percependo il canone previsto negli atti contrattuali.

La consegna del servizio avverrà previa intesa con le altre amministrazioni comunali facenti parte dell'ARO interessate alla cantierizzazione (Gallipoli, Taviano, Racale, Alliste e Melissano). Conformemente alle previsioni del contratto sottoscritto in data 21 novembre e del contratto collettivo di lavoro la società aggiudicataria dovrà avviare una procedura di ristrutturazione aziendale, d'intesa con le organizzazioni sindacali. al fine di adeguare le procedure e le consistenze di personale e mezzi dei cantieri interessati (Gallipoli, Taviano, Racale, Alliste e Melissano) al nuovo capitolato d'oneri riduzione del monte ore e conseguentemente con possibile riduzione del personale complessivamente in servizio nei vari cantieri. Per il cantiere di Gallipoli, al fine di garantire il mantenimento dei servizi garantiti alla città dal contratto attuale ed esclusi dal nuovo appalto del servizio di igiene urbana ed i conseguenti livelli occupazionali, il commissario Straordinario dr Guido Aprea ha sottoscritto con le organizzazioni Sindacali un accordo in data gennaio 2016. In detto accordo l'amministrazione comunale di Gallipoli si impegna a garantire, nel rispetto di un apposito capitolato di servizio, i servizi di cui sopra mediante l'affidamento, con procedura concorsuale, degli stessi ad una società in grado garantire, tra l'altro, il mantenimento dei livelli occupazionali”. 

Intervento consigliere Quintana (Presidente commissione Ambiente): 

“L'Amministrazione Comunale ha già incontrato tutti i dipendenti, manifestando loro come la propria intenzione sia quella di tener fede all'accordo sindacale e facendo passi avanti per il raggiungimento di tale obiettivo. Questo perché per noi la priorità è quella di tutelare e di garantire i livelli occupazionali di tutti. Per questo ci siamo impegnati e ci impegneremo affinché sia garantita a tutti la stessa mansione, agendo così in linea diametralmente opposta a chi, in passato, è arrivato a togliere posti di lavoro. 

Inoltre, la Commissione, ben consapevole da tempo di questa situazione, sta lavorando in sinergia con l'Amministrazione Comunale per risolvere il problema. Capisco che la campagna elettorale si sta avvicinando, ma sarebbe opportuno evitare di utilizzare questioni che riguardano da vicino il lavoro delle persone, creando allarmismi e preoccupazioni, senza conoscere nel dettaglio ciò di cui si parla”. 

Ultimo aggiornamento: 08/12/17

Sicurezza stradale: nuovi impianti semaforici - Dichiarazione Ass. Vincenti

Stemma di Gallipoli
Proseguono le iniziative promosse dall’’Assessorato alla Polizia Locale, finalizzate aIla ottimizzazione dei controlli ed all’accrescimento del livello di sicurezza stradale nel territorio comunale.
Il quadro normativo vigente in materia di “Green Economy” prevede che nelle lanterne semaforiche le lampade ad incandescenza, quando necessitano di sostituzione, debbano essere sostituite con lampade a basso consumo energetico, ivi comprese le lampade realizzate con tecnologia a led. 
 
Nell’ambito dell’attività di manutenzione ordinaria e straordinaria prevista sugli impianti semaforici dislocati sul territorio comunale, è stato pianificato e programmato dall’Assessorato competente,  congiuntamente al Dirigente della Polizia Locale - obiettivo peraltro già richiesto negli indirizzi impartiti allo stesso Dirigente - un intervento di sostituzione di alcune lanterne semaforiche ormai vetuste con lanterne a tecnologia led. Tuttavia, al fine di garantire l’omogeneità estetica e funzionale degli impianti semaforici dislocati sul territorio comunale, la Società che si occupa della manutenzione ordinaria e straordinaria degli stessi provvederà alla sostituzione di tutte le lanterne semaforiche, e non solo di quelle evidentemente vetuste, degli impianti installati, senza alcun onere economico a carico dell’Ente. 
 
A tale intervento si accompagnerà anche l’operazione di ripulitura e riverniciatura di tutte le paline semaforiche installate, che garantirà l’adeguata armonia estetica a ciascun impianto.
Il tutto a costo zero per l’Ente e con enormi miglioramenti in termini di efficienza e di funzionalità degli impianti semaforici.
I vantaggi derivanti dall’applicazione della tecnologia a LED nelle lanterne semaforiche, infatti, rispetto all’applicazione delle lampade ad incandescenza, sono notoriamente molteplici.
Anzitutto, un consistente aumento della vita media del prodotto con conseguente miglioramento dell’affidabilità dello stesso.
 
A ciò si aggiunga una migliore qualità del prodotto in termini di visibilità per gli utenti dlela strada e un minore consumo, a parità di flusso luminoso emesso, che implica una diminuzione dei costi a carico dell’Ente.
L’intervento verrà effetttuato su tutti gli impianti semaforici ubicati sul territorio comunale nell’arco dei prossimi cinque mesi.
L’avvio delle attività è previsto per il 6 Dicembre con riferimento all’impianto installato in Piazza Giovanni XXIII, sul quale si rende assolutamente necessaria l’attività prevista, risultando alcune lanterne in questione evidentemente obsolete e datate.

Ultimo aggiornamento: 07/12/17

Approvato il Regolamento Comunale per la Tutela ed il Benessere degli Animali | Dichiarazione Consigliere Abate

Stemma di Gallipoli
È stato approvato (con delibera n° 60), nel corso dell'ultimo Consiglio Comunale, il regolamento per la tutela degli animali. 

Due gli obiettivi principali perseguiti: promuovere sia la salute pubblica che il benessere degli animali, favorendone la corretta convivenza con l’uomo e riconoscendo alle specie animali il diritto ad una esistenza compatibile con le proprie caratteristiche biologiche ed etologiche, al fine di contenere il problema del randagismo nel territorio comunale. 

"Per tanto tempo la tutela degli animali è stata affidata al buon cuore dei singoli cittadini - asserisce il Consigliere Gianpaolo Abate-. Adesso è giunto il tempo che tale sensibilità sia dimostrata da parte delle Istituzioni il cui vero ruolo è quello di interpretare le aspettative di tutta la cittadinanza. Un ottimo lavoro di squadra con il Presidente della Commissione Ambiente, Sandro Quintana, e con la rappresentante locale dell'OIPA (Organizzazione internazionale protezione animali) Sara Mariello."
 
Un lavoro svolto anche con la collaborazione della Consigliera Caterina Fiore, da sempre attiva sul tema della tutela e del benessere degli animali, e con il coinvolgimento di varie associazioni del settore.
allegatoRegolamento (file pdf 1.835Kb)
Ultimo aggiornamento: 02/12/17

Orari di apertura degli uffici comunali 4 - 9 dicembre 2017

Stemma di Gallipoli
Si comunica che il rientro del giorno 7 dicembre è anticipato al giorno 6 dicembre, dalle 15:30 alle 17:30
Ultimo aggiornamento: 30/11/17

Concorso di poesia Premio Oju Lampante.

Stemma di Gallipoli
Il Comune di Gallipoli, in collaborazione con Associazione Amart, Associazione Don Pippi Leopizzi, Associazione Puglia e Mare e Centro di ricerca PENS dell’Università del Salento, indice il concorso di poesia Premio Oju Lampante.
Il concorso si sviluppa in occasione della prima edizione del Festival della poesia dialettale “Oju Lampante”, che si svolgerà a Gallipoli nei giorni 22 e 23 dicembre.
 
il concorso è diviso in tre sezioni: 
  • Sezione A) Premio Don Pippi Leopizzi. Possono partecipare alla sezione soltanto poesie scritte in dialetto gallipolino. 
  • Sezione B) Premio Walfredo De Matteis. Possono partecipare alla sezione soltanto poesie scritte in qualsiasi dialetto italiano. 
  • Sezione C) Premio Dante Della Rupe. Possono partecipare alla sezione soltanto poesie scritte in lingua italiana e aventi come tema «Gallipoli»
 
allegatoBando (file pdf 118Kb)
Ultimo aggiornamento: 29/11/17

Se chiami un diritto risponde un dovere. Diritto allo studio. Un'opportunità

Stemma di Gallipoli
Dichiarazione dell’Assessore alle Politiche Sociali Scolastiche, Silvia Coronese.


“Bellissima giornata quella di oggi alla presenza della Presidente regionale dell’UNICEF. 
dott. ssa Giovanna Perrella, insieme a tutti i bambini dell’istituto 2° polo di Gallipoli.

Abbiamo ricevuto un’accoglienza straordinaria: in apertura i bambini della scuola primaria, con il prezioso aiuto delle maestre, hanno preparato per noi delle canzoni da cui è emersa l’estrema dolcezza, l’attenzione e la cura che vi è stata nell’organizzare l’evento. 

Inoltre, è stato emozionante ascoltare le domande che i bambini avevano preparato e hanno poi posto alla dott.ssa Giovanna Perrella: ogni domanda, sentita e ben pensata, centrava pienamente il tema dei diritti e dei doveri dell’infanzia. 

È molto importante non tralasciare questo argomento, soprattutto attraverso la scuola, perché ci sono tante realtà, al di là dell’UNICEF, che in Italia e in Europa tuttora combattono per questi diritti e su cui proprio l’Europa dovrebbe prendere maggiori provvedimenti. 

È  vano continuare a parlare del principio della libera circolazione delle persone in Europa quando poi ci sono tante persone che ancora oggi, in Italia, chiedono il riconoscimento dello status di apolidia e non vengono ascoltate.
Ci sono realtà, è il caso dell’ex-Jugoslavia, che hanno visto bruciare registri anagrafici di intere popolazioni che fanno sì che ancora oggi esistano ‘fantasmi’ che non solo non possono godere di molti diritti ma che non hanno neanche doveri; sono cittadini di nessun paese. 

Allo stesso tempo dalle derivanti unioni nascono bambini fantasma che hanno difficoltà a godere dei diritti base della nostra civiltà, come quello alla salute e all’istruzione. 
L’Europa, ma anche l’Italia dovrebbero prendere provvedimenti, perché queste problematiche non sono dall’altra parte del mondo, ma solo dall’altra parte del Mare Adriatico.”

Ultimo aggiornamento: 29/11/17

Convocazione del Consiglio comunale in seduta pubblica.

Stemma di Gallipoli
A norma degli artt. 39 comma 1° del d. lgs. 267/2000 e 39 del Regolamento del Consiglio Comunale, il sottoscritto invita le SS.LL. ad intervenire alla riunione del Consiglio Comunale, che avrà luogo in seduta pubblica nella Sede Municipale del Centro Storico, in via A. De Pace, presso la Sala Consiliare il giorno 29/11/2017 alle ore 9,00 in prima convocazione per discutere e deliberare sull'ordine del giorno consultabile nel documento di convocazione riportato in basso.
allegatoConvocazione (file pdf 124Kb)
Ultimo aggiornamento: 27/11/17

Riprendiamoci la vita

Stemma di Gallipoli
Una giornata di eventi ed incontri per celebrare la giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne
 
In occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, il Comune di Gallipoli – Assessorati al Turismo, Politiche Sociali e Pari Opportunità congiuntamente al lavoro della Commissione Pari Opportunità e in collaborazione con F.I.D.A.P.A. BPW Italy (Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari) Sezione di Gallipoli organizza “25 Novembre-Riprendiamoci la vita”, una giornata dedicata alle donne vittime di violenza attraverso incontri e varie forme d’arte.
 
Maggiori informazioni nel comunicato stampa di seguito riportato. 

allegatoComunicato stampa (file pdf 209Kb)
Ultimo aggiornamento: 24/11/17

Lavori per la salvaguardia dei bastioni danneggiati

Stemma di Gallipoli
Dichiarazione Vice Sindaco Alemanno: “Progetto del 2003, necessario per evitare ulteriori danni

“Dopo aver appreso la notizia relativa al proseguimento dei lavori nel versante del seno della Purità per la salvaguardia dei bastioni e della cinta muraria, abbiamo subito verificato l’attuale stato dell’arte. 

Non potevamo di certo ignorare e tralasciare lo sgomento di molti cittadini che nel corso della giornata hanno visto, nell’attuazione dei lavori, un deturpamento immorale dell’ambiente. Non ci abbiamo dunque pensato due volte: è stata convocata con urgenza, infatti, la Commissione Ambiente per affrontare subito e discutere sulla delicata questione. Dopo un’ampia verifica sul posto con il Presidente della stessa Commissione, il Consigliere Sandro Quintana,  e dopo l’ulteriore verifica con la Capitaneria di Porto, è stato accertato come i lavori siano stati regolarmente autorizzati dal Genio Civile.  Dagli atti ufficiali, si può constatare come il progetto sia stato negli anni modificato ed integrato: sia nel 2003 che nel 2005 il progetto, seppur revisionato, ha confermato la volontà di procedere con i lavori di difesa dell’abitato dall’azione del mare..

Dinanzi a ciò, non vi è la possibilità di fermare i lavori, anche in virtù dei numerosi avvisi e denunce da parte dei residenti del centro storico che, negli anni, hanno segnalato seri e corposi danni del borgo. Un’ operazione per la messa in sicurezza risulta più che necessaria, per non dire essenziale, seppur è da considerarsi che tale modalità di intervento non è frutto della volontà dell’attuale Amministrazione. L’impegno a tutelare la città rimane sempre un dovere, un diritto, una promessa da parte di tutti noi. Per questo motivo, vigileremo e verificheremo che i lavori non vengano svolti in maniera inappropriata. È nell’ interesse di tutti salvaguardare e tutelare il nostro territorio e la bellezza della nostra città”.

allegatoProgetti (file pdf 706Kb)
Ultimo aggiornamento: 23/11/17

Gallipoli presente al 9° Raduno Provinciale del CCRR | Dichiarazione Coronese

Stemma di Gallipoli
Si è svolto questa mattina, nella sede della Provincia di Lecce, il Raduno Provinciale dei Consigli Comunali dei Ragazzi e delle Ragazze. Un appuntamento in occasione del 28° Anniversario della firma della Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza che ha coinvolto 60 comuni leccesi tra cui quello di Gallipoli. Ad intervenire, in rappresentanza dell'Amministrazione, l'Assessore all'Istruzione Silvia Coronese e il Sindaco del Consiglio Comunale dei Ragazzi di Gallipoli, Flavio Perrone. 

"Oggi grande emozione nel vedere tanti piccoli sindaci riuniti all'interno dell'aula consiliare - dichiara l'Assessore Coronese - Sono questi i giovani ragazzi che già da oggi cominciano a mettere le basi per una nuova politica: fresca, pulita e fatta di un sincero sentimento di amore per il proprio Paese, solidarietà per il prossimo e visione del mondo proiettata verso un futuro senza barriere mentali e culturali". 



Ultimo aggiornamento: 22/11/17

Progetto Salento Arco Ionico: a Gallipoli proseguono i lavori

Stemma di Gallipoli
Si è tenuto lo scorso 16 novembre nella Sala Riunioni del Comune di Gallipoli il laboratorio partecipato relativo al progetto 'Salento Arco Ionico', l’incontro dedicato agli attori territoriali dei Comuni di Gallipoli, Alezio, Racale, Sannicola. 

Il progetto, proposto dall’aggregazione dei Comuni che vede Nardò capofila, coinvolge nel suo complesso anche i comuni di Porto Cesareo, Leverano, Salice Salentino, Veglie, Copertino, Galatina e Galatone. 

Le attività dell'ultimo incontro hanno previsto la partecipazione dell’Arch. Fedele Congedo componente del Comitato scientifico di progetto e responsabile dell’attuazione della Mappa di Comunità, obiettivo del progetto, assieme all’Arch. Antonio Vetrugno, esperto di progetto e responsabile del congiunto censimento dei beni di valenza storico-culturale di titolarità pubblica. 

Nel corso dell'incontro, a cui hanno preso parte numerose associazioni gallipoline, dapprima è stato illustrato il progetto agli intervenuti e successivamente si è proceduto alla registrazione dei partecipanti nel gruppo, appositamente creato, sul canale Telegram per la successiva mappatura dei beni di interesse. 
 
Dichiarazione Assessore Silvia Coronese:
"Un progetto importante finanziato dal Ministero a cui ci teniamo in modo particolare. Continua così questo percorso insieme ai cittadini e alle associazioni che si adoperano ancora oggi per dare valore ai nostri beni culturali e tenerli in vita con spettacoli, eventi, attività. Siamo sempre pronti a raccogliere nuove idee, vogliamo tenere vivo questo filo di storia che passa attraverso luoghi e persone". 

Prossimo appuntamento: martedì 21 novembre ore 16:30/19 presso la Sala Riunioni del Comune di Gallipoli 

Ultimo aggiornamento: 18/11/17

Nardò e Gallipoli nel circuito dell'avioturismo italiano

Stemma di Gallipoli
Lovere, Costa Volpino, San Benedetto del Tronto, Gallipoli e Nardò l’asse del progetto

Domani e domenica a Gallipoli tavola rotonda, firma del protocollo e conferenza stampa

Domani, sabato 18 novembre, è in programma alle ore 17 presso il Club Bellavista in corso Roma a Gallipoli una tavola rotonda sul tema Opportunità e sinergie per fare dell’Italia il polo-avioturistico europeo. Progetto pilota regioni Lombardia, Marche e Puglia. Aviazione Marittima Italiana, infatti, in collaborazione con Avioresort Caroli Hotels, l’Università Popolare del Mediterraneo, Aeroclub Aquile Fermano, Scuola Italiana Volo, Centro Volo Nord, intende consolidare rapporti di partenariato con le cittadine turistiche di Lovere, Costa Volpino, San Benedetto del Tronto, Gallipoli e Nardò, per realizzare il progetto Avioresort e Idrobasi d’Italia e riproporre il fascino del Grand Tour Avioturistico d’Italia. La tavola rotonda segue di pochi giorni la notizia del finanziamento con circa 3 milioni di euro (risorse del Programma di Cooperazione EU 2014/2020 Interreg V/A Grecia-Italia) del progetto Swan (Enhancing regional transportation through Sustainable Water Aerodrome Network) che è frutto di un partenariato tra l’Autorità Portuale di Corfù (soggetto capofila), il Comune di Corfù, l’Autorità Portuale di Taranto, il Comune di Gallipoli e il Comune di Nardò e che è stato sviluppato con il supporto di Aviazione Marittima Italiana e della società Magister Ludi. 
 
Alla tavola rotonda parteciperanno - oltre ai sindaci di Nardò e Gallipoli, Pippi Mellone e Stefano Minerva, e al presidente di Aviazione Marittima Italiana Orazio Frigino - il sindaco di Lovere (Bergamo) Giovanni Guizzetti, il responsabile della promozione turistica della Provincia di Bergamo Giuseppe Venuti, il presidente del Centro Volo Nord Gianni Bonafini, il presidente della Scuola Italiana Volo Graziano Mazzolari (aeroclub di Cremona), il presidente dell’Università Popolare del Mediterraneo Cesare Rossi (delegato dalla Camera di Commercio di Ascoli Piceno), il presidente dell’unione montana dei Monti azzurri Giampiero Feliciotti, il presidente dell’Aeroclub Aquile del Fermano Luigi Marangoni, il vicesindaco di San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno) Andrea Assenti. 
 
Gli obiettivi che l’Aviazione Marittima Italiana intende centrare assieme ai Comuni e agli altri enti coinvolti, tra gli altri, sono quelli di promuovere i territori, stimolare l’interesse dei flussi avioturistici e attrarne dei nuovi, creare, ampliare e implementare il sistema produttivo enogastronomico ed economico locale. Ciò grazie a una serie di iniziative concrete come la stampa di brochure dedicate al Grand Tour dell’Avioturismo d’Italia, l’istituzione di un Trofeo Challenge per Idrovolanti, la presenza con stand espositivi in fiere turistiche, nautiche, aeronautiche, l’apertura di infopoint nelle cinque località di Lovere, Costa Volpino, San Benedetto del Tronto, Gallipoli e Nardò, l’avvio di progetti di promozione e comunicazione turistica nei circoli e nelle scuole di Volo e Vela, l’editing di una web tv, l’introduzione di un circuito di pagamento con carte di fidelizzazione, l’istituzione di progetti di cooperazione con gli istituti professionali alberghieri, nautici ed aeronautici, la redazione di progetti di interscambio con gli artigiani, le aziende enogastronomiche, i gruppi musicali, gli artisti, l’attivazione di un portale internet, l’organizzazione di incontri istituzionali periodici itineranti per la programmazione di attività in comune aperti agli operatori turistici. Una occasione importantissima per il Salento e per le città di Nardò e Gallipoli, che rientrano così in un prestigioso e inedito circuito turistico che interessa migliaia di persone, come dimostrano i flussi collaudati di basi avioturistiche importanti come Lovere e Fermo. 
 
A conclusione dei lavori della tavola rotonda sarà firmato un protocollo d’intesa (stilato da Francesco Basile, avvocato dell’Aviazione Marittima Italiana e portavoce del partenariato con autorità e enti greci) che consentirà di formalizzare la cooperazione ai fini della realizzazione del progetto Avioresort e Idrobasi d’Italia. 
Le novità e i contenuti di questa intesa saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa in programma domenica 19 novembre alle ore 10 sempre presso il Club Bellavista in corso Roma a Gallipoli. 
                       


Ultimo aggiornamento: 17/11/17

Intervento Sindaco Minerva per viaggio in Sudamerica

Stemma di Gallipoli
“Intervengo solo al fine di ripristinare la verità dei fatti e per garantire la chiarezza necessaria ad una questione ripresa da alcuni media locali ma che risulta assolutamente distinta e distante da qualsivoglia atteggiamento contrario alla legge”. Il sindaco Stefano Minerva interviene così sulla notizia riportata nel pomeriggio da alcuni media sul proprio viaggio in Sudamerica. “È vero – ha detto – che nei mesi scorsi sono stato in Argentina per un viaggio nel quale ho potuto praticare una mia passione, che è la caccia, ma non è affatto vero che sia stato arrestato per aver cacciato animali protetti. Tutto, purtroppo, è nato da un malinteso della polizia aeroportuale che, durante i controlli di routine, ha erroneamente creduto che tra la selvaggina cacciata vi fossero, per l'appunto, anche delle specie protette. Per questo sono stati fatti dei controlli che hanno procurato dei danni al sottoscritto, visto che ho dovuto rinunciare al volo prenotato per poter consentire che tutte le verifiche del caso venissero espletate. Quindi, non vi è stato nessun arresto, ma solo dei normali controlli e il disguido provocato dalla polizia aeroportuale è stato chiarito e risolto dalla stessa autorità giudiziaria argentina, che ha riconosciuto l'atteggiamento collaborativo del sottoscritto, evidenziando che non vi erano ipotesi di reato e che le specie cacciate non erano in via di estinzione o comunque protette. Il tutto si è risolto con l'archiviazione “perchè il fatto non costituisce reato” e come ribadiscono i giudici argentini, i fatti oggetto dell'indagine non ledono il buon nome e l'onorabilità del sottoscritto. Questa, come detto, la verità dei fatti: non vi sono stati arresti né situazioni che possano avere arrecato danni alla mia persona. L'unico danno, come detto, è stato solo quello di aver perso l'aereo già prenotato per l'Italia. Spiace, pertanto, che la politica si occupi di queste questioni che non hanno alcuna valenza giuridica e giudiziaria, che sottraggono inutilmente tempo ai veri problemi che riguardano ila collettività”.
 
allegatoAllegato (file pdf 327Kb)
Ultimo aggiornamento: 16/11/17

Lavori di piantumazione e realizzazione delle rete di irrigazione

Stemma di Gallipoli
L’AQP S.p.A., a seguito della riunione tenutasi presso questo Comune in data 18.10.2016 sulla possibilità di ridurre lo scarico in mare di acque affinate (comunque acque dolci) si è impegnato a realizzare un sistema di irrigazione a servizio della fascia di rispetto intorno all’impianto per riutilizzare i reflui già affinati e non utilizzati dal Consorzio, evitando così che vadano a finire in mare. 

La fascia di rispetto, già appartenente a questo Comune e che sviluppa una superficie complessiva di circa 62.500 mq, risulta in minima parte piantumata con alberi ad alto fusto; l’impianto di irrigazione consentirà la messa a dimora e l’attecchimento di altre specie arboree in quelle aree intorno al depuratore attualmente prive di alberi e contestualmente, almeno nel periodo estivo durante il quale viene attivato l’impianto di affinamento, il completo riutilizzo dell’acqua affinata con conseguente “ricarico” della falda sotterranea. 

Ultimo aggiornamento: 14/11/17

Inaugurazione Caserma - Sindaco Minerva: 'Una delle pagine più belle di questa città'

Stemma di Gallipoli
Si è svolta questa mattina, alla presenza del Ministro dell’Interno, sen. Marco Minniti, la cerimonia per l’inaugurazione dello stabile che ospita la caserma della locale Compagnia dei Carabinieri e la sede del locale Commissariato di Polizia di Stato. Presenti in città per l’importante occasione anche il Capo della Polizia, Franco Gabrielli e il Comandante Generale dell’Arma, gen. Tullio Del Sette. Presenti anche numerose autorità a livello parlamentare, istituzionale, civile e militare, con la Regione rappresentata dal vicepresidente Antonio Nunziante, considerato il viaggio istituzionale in Germania del Presidente Emiliano. La manifestazione ha vissuto di due momenti: un primo, nella sala ennagonale del Castello, in cui il sindaco Stefano Minerva, assieme al Prefetto di Lecce Claudio Palomba, prima delle conclusioni affidate al Ministro, ha tracciato l’iter con cui si è giunti alla giornata di oggi. Un iter, ha ricordato il Prefetto, che parte dalla sottoscrizione dell’Accordo Integrato per la Sicurezza, stipulato il 28 maggio del 2016 e che ha consentito di creare un percorso di sinergia sia tra enti pubblici e privati e sia tra varie istituzioni che ha consentito di garantire, numeri alla mano, significative risposte sul versante della sicurezza e della legalità. 

Per il sindaco Minerva la “giornata di oggi segna una delle pagine più belle di questa città, tappa fondamentale di un percorso virtuoso che ha dimostrato come anche dal profondo sud si possano creare buone pratiche di sinergia e collaborazione a più livelli e tra soggetti diversi per raggiungere obiettivi di importanza estrema quali appunto quelli della sicurezza e della legalità, che perseguiamo con forza. Un messaggio dal significato straordinario, quello della nascita del “Polo della Sicurezza”, che consegniamo alle generazioni future ed ai ragazzi delle scuole di ogni ordine e grado presenti a questa cerimonia”. 

Dal canto suo il Ministro ha ricordato l’impegno per innalzare i livelli della sicurezza, preannunciando anche iniziative per la nostra Regione. “«Il ministero dell’Interno - ha spiegato Minniti - ha investito in maniera significativa in termini di sicurezza in Puglia per dare una forte presenza allo Stato. Di fronte alla sfida della criminalità organizzata, abbiamo istituito a San Severo un reparto di prevenzione crimine. La Puglia é una delle tre regioni d’Italia ad avere così tre reparti di prevenzione crimine, e nelle prossime settimane l’Arma dei carabinieri costituirà, dopo Sardegna, Sicilia e Calabria, un reparto “Cacciatori di Puglia”, reparto di forze di proiezione rapida, che avrà sede nella provincia di Foggia. Questo - ha concluso il ministro - per testimoniare l'impegno dello Stato. Inoltre ai primi di dicembre mi recherò a Bari, un messaggio doveroso di sicurezza in una regione che sta investendo molto in una prospettiva di crescita e sviluppo». 

La manifestazione è poi proseguita in via Lecce, con la benedizione del vescovo, monsignor Fernando Filograna ed il taglio del nastro da parte del Ministro dell’Interno, con la successiva visita ai due nuovi plessi della sicurezza.
 
Ultimo aggiornamento: 11/11/17

Il mondiale di Aquabike fa tappa a Gallipoli

Stemma di Gallipoli

Il Comune di Gallipoli organizza, per l’edizione 2018, l' Aquabike World Championship, il campionato mondiale di moto d’acqua promosso e organizzato dalla società sportiva BeFree, insieme all’UIM ’Internazionale di Motonautica (UIM), il massimo organo a livello mondiale della motonautica e alla FIM, Federazione Italiana Motonautica. 

Per maggiori informazioni, di seguito disponibile il comunicato stampa ufficiale :

 

Ultimo aggiornamento: 10/11/17

Il Progetto 'Salento arco ionico'

Stemma di Gallipoli
Prima terna di laboratori: a Gallipoli un incontro dedicato agli attori territoriali dei Comuni di Gallipoli, Alezio, Racale, Sannicola
 
 
Il Comune di Gallipoli ha recentemente aderito al progetto “Salento Arco Ionico”, in risposta al bando del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo “INTERVENTI PER LA VALORIZZAZIONE DELLE AREE DI ATTRAZIONE CULTURALE” Linea di Azione 2 “Progettazione per la cultura” (Avviso pubblico per la selezione di proposte di sostegno alla progettazione integrata di scala territoriale/locale per la valorizzazione culturale nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia). Il progetto, proposto dall’aggregazione dei Comuni: Nardò (capofila), Porto Cesareo, Leverano,  Salice Salentino,  Veglie, Gallipoli, Alezio, Racale, Sannicola,  Copertino, Galatina, Galatone, è risultato il migliore tra quelli ammessi a finanziamento.

L’Associazione Mecenate 90 e Cles s.r.l. supportano l’aggregazione per  mettere a punto la pianificazione strategica e la progettazione culturale integrata per la valorizzazione delle aree di attrazione culturale a sostegno dello sviluppo di scala territoriale.

Nell’ambito delle attività programmate, assume particolare rilevanza la costruzione partecipata della Mappa di Comunità: uno strumento necessario per far emergere un’immagine a più voci del territorio, sul piano della storia, del paesaggio e della memoria, nella prospettiva del futuro.

Nel mese di novembre 2017 sono per questo previsti più incontri territoriali pubblici ed esperienze di mappatura a carattere fortemente innovativo, finalizzate al censimento di beni materiali e immateriali relativi al patrimonio  archeologico diffuso, alla rete dei musei, ai castelli, ai centri storici, alle torri costiere, al sistema storico-antropologico, ai valori dell’enogastronomia e dell’agroalimentare, al paesaggio costiero ed il mare.

ll portato delle conoscenze di esperti, di associazioni, di gruppi formali e non, di docenti e studenti degli Istituti Scolastici di Secondo Grado, di cittadini a vario titolo depositari di conoscenze e memorie, è fondamentale.

La prima terna di laboratori territoriali sarà attuata con tecniche d’interazione costruttiva d’ispirazione comunitaria.  Le attività prevedono la partecipazione dell’Arch. Fedele Congedo componente del Comitato scientifico di progetto e responsabile dell’attuazione della Mappa di Comunità, assieme all’Arch. Antonio Vetrugno, esperto di progetto e responsabile del congiunto censimento dei beni di valenza storico-culturale di titolarità pubblica, con il supporto, sul piano dell’innovazione digitale, dell’Open Data Manager Piersoft Paolicelli.


A Gallipoli si terrà giovedì 16 novembre 2017 – 16.00-19.30, presso la Sala Riunioni della Sede Comunale di via Pavia. L’incontro sarà dedicato agli attori territoriali dei Comuni di Gallipoli, Alezio, Racale, Sannicola.

Al collegamento che segue, una breve presentazione online delle attività complessive relative alla costruzione della Mappa di Comunità:

Ultimo aggiornamento: 08/11/17

Secondo Incontro Tavoli Tematici - Antenna PON

Gallipoli
Proseguono i lavori del progetto Antenna PON. Prossimo appuntamento: domani giovedì 9 novembre alle ore 15, presso la sede del Comune di Gallipoli in via Pavia (Sala Riunioni).

Ancora una volta, due i tavoli tematici confermati: il primo, quello sull'agricoltura, mira ad ampliare la tematica partendo dalla salute e dal benessere sino ad arrivare all'importante tema della dieta mediterranea. Successivamente, è previsto un focus su 'Apulian LifeStyle', il progetto innovativo nella produzione e nel consumo di prodotti agricoli. 

Il secondo tavolo quello dedicato al cultural heritage, mirato al coinvolgimento degli operatori del territorio, intende definire i fabbisogni di infrastrutture materiali e immateriali che la comunità necessita per offrire luoghi alle start up dell'industria creativa. Il metodo degli incontri è quella della partecipazione attiva e dell'ascolto per costruire insieme una progettualità condivisa che si offra alla attenzione delle politiche regionali e nazionali in termini di proposizione a partire da bisogni concreti e da esigenze evidenti. 
Ultimo aggiornamento: 08/11/17

Distretto urbano del commercio: la Regione Puglia approva il progetto.

Stemma di Gallipoli
Ammessa la domanda: concesso il contributo di 55 mila euro
 
Buone notizie per il Comune di Gallipoli: il progetto del DUC, Distretto Urbano del Commercio, in data odierna, è stato approvato dalla Regione Puglia.

Riqualificare il commercio per potenziare i servizi al cittadino: è questa la finalità del distretto urbano del commercio, così come definito dalla stessa Regione, inteso come un’area con caratteristiche omogenee del territorio in cui operano soggetti aventi lo stesso obiettivo.

Primo step superato per il Comune di Gallipoli che ha presentato la domanda di ammissione al progetto il 12 ottobre scorso: il contributo richiesto (55 mila euro, approvato in toto) coprirà sia la formazione diretta alle imprese per la diffusione delle attività del progetto, sia l’organizzazione di eventi e di incontri che le spese concernenti  le infrastrutture tecnologiche per la realizzazione di data analytics hub e servizi comuni.

Un impegno portato avanti dall’Assessore alla Creatività, Emanuele Piccinno, che ha dichiarato: 
Il Distretto Urbano del Commercio è sempre stato uno degli obiettivi principali, oserei dire una promessa, che si sta realizzando. Grazie alla Regione Puglia che ha creduto nella bontà del progetto, possiamo ora procedere e costruire un percorso valido. Entro 30 giorni si dovrà provvedere alla costituzione dell’Organismo Autonomo di Gestione così come previsto dal progetto per poi passare alla fase operativa

Ultimo aggiornamento: 31/10/17

Arrivano le fototrappole: il sistema di videosorveglianza con dispositivi portatili

Stemma di Gallipoli
Un sistema di videosorveglianza basato sull’impiego di fototrappole ed accessori informatici: il Comune di Gallipoli contrasta così l’inciviltà e l’abbandono dei rifiuti.
Una scelta obbligata, quella dell’Amministrazione Comunale, considerato che lungo le strade comunali ed in altre aree ad elevato valore ambientale, nonostante i ripetuti appelli, continuano ad essere abbandonate elevate quantità di rifiuti, anche speciali. 
Al fine di contrastare il fenomeno penoso dell'abbandono saranno quindi installati due dispositivi portatili in aree sensibili ancora da individuare: un lavoro trasversale tra uffici comunali e il Comando di Polizia Municipale nel rispetto del codice della privacy.
 
Dichiarazione Sindaco Stefano Minerva:

Non possiamo ignorare gli effetti devastanti che creano gli incivili abbandonando i rifiuti. Tali comportamenti non concernono solo la tutela ambientale ma ledono anche la normale convivenza civile creando situazioni di disagio e criticità anche sotto il profilo igienico – sanitario. Non possiamo più tollerare una condotta simile”.

Ultimo aggiornamento: 27/10/17

Gallipoli verso il 'teaching hospital'

Stemma di Gallipoli
Conferenza stampa per ufficializzare l’intesa tra Comune di Gallipoli e Università di Bari


Si è tenuta in mattinata la conferenza stampa sul tema del ‘teaching hospital’ presso l’Aula Magna dell’Ospedale Sacro Cuore di Gesù di Gallipoli alla presenza del Sindaco di Gallipoli Stefano Minerva, la Consigliera Assunta Cataldi nonché Presidente della Commissione Sanità, il Prof. Rosario Polizzi – già Presidente del Corso di Laurea in Medicina, il dott. Egidio Dell’Angelo Custode, Direttore Medico del P.O. Gallipoli e il dott. Antonio Pastore, Direttore Amministrativo dell’ASL Lecce.

Confermare la volontà ad andare avanti con il progetto: è stato questo lo spirito della conferenza in virtù di quanto deliberato all’unanimità nel Consiglio Comunale dello scorso 29 settembre. Fu proprio in quella data, infatti, che venne richiesto ai dipartimenti di Medicina dell’Università di Bari di sostenere la candidatura dell’Ospedale Sacro Cuore di Gesù come ‘ospedale di insegnamento’ per l’attivazione dei corsi di Medicina della suddetta università.

In aula, il sostegno della dott.ssa Assunta Cataldi, del dott. Dell’Angelo Custode e del Dott Pastore il quale ha dichiarato: “L’iniziativa fa bene a tutto il territorio salentino, perciò l’’ASL sarà accanto per far sì che il progetto vada avanti (…), ma occorre ridurre la mobilità passiva, fare squadra e rete”.

Così, anche il Prof. Polizzi che ha sostenuto: “Vi è stata una grande collaborazione con il Sindaco che, non appena vi è stata l’opportunità, ha capito subito la valenza del progetto: Si può dire dunque che l’Amministrazione ha risposto alla grande. Finalmente si realizza la collaborazione tra Università e Presidi Ospedalieri in maniera completa: i colleghi così  possono dare un apporto clinico e professionale che serve per dare completezza ai corsi. Questa altro non è che  un’ipotesi di lavoro che dovrà essere condotta da un comitato tecnico che porterà ad ultimare l’iniziativa.

A chiudere gli interventi, il Sindaco Stefano Minerva: “Assistiamo a tante battaglie sulla sanità: Gallipoli ha tutte le caratteristiche per essere ospedale di primo livello, ma a noi non basta. Vogliamo dimostrare che questa struttura non è di primo livello solo sulla carta, ma che sia di qualità. É un passo in avanti per il territorio tutto ed è proprio da Gallipoli che parte questo messaggio chiaro.”

A dare man forte alla causa anche il Presidente della Scuola di Medicina, Prof. Loreto Gesualdo, che per via di sopraggiunti impegni non ha potuto partecipare, come previsto, alla conferenza ma che ha comunque espresso la propria vicinanza assicurando il Sindaco e tutto il Consiglio Comunale che si adopererà per realizzare quanto richiesto nell’interesse della Scuola di Medicina  e del territorio tutto a conferma di quanto discusso in precedenza.


A ciò aggiunge il Consigliere Vincenzo Piro: “Nel Consiglio Comunale del 29 settembre scorso chiedemmo, all'unanimità, all'Università di Bari, Facoltà di Medicina, se si potessero avere i corsi di specializzazione presso il nostro Ospedale. Oggi l'università per voce del Prof. Polizzi, e anche con una mail inviatami dal Prof. Gesualdo, Preside della Facoltà, hanno formalizzato la fattibilità del progetto. In questi giorni, come Amministrazione Comunale, chiederemo al Magnifico Rettore l'istituzione di un Comitato Paritetico per proseguire il lavoro appena iniziato. Con l'università programmeremo degli eventi/convegni che possano favorire il risultato che tutti auspichiamo. Un altro piccolo passo verso un grande traguardo.”

Ultimo aggiornamento: 26/10/17

Riparte il Servizio Mensa - L'Assessore Coronese esprime la sua soddisfazione

Stemma di Gallipoli
Riparte il servizio mensa negli istituti scolastici primari di Gallipoli. La nuova ditta "Impegno Solidale Società Cooperativa" di Ugento ha confermato gli standard di qualità richiesti. Sul posto, è intervenuta l'Assessore all'Istruzione, Silvia Coronese, che si è accertata della qualità del cibo, della pulizia e dell'intero funzionamento del servizio di refezione scolastica. 
 
Grande soddisfazione da parte dell'Amministrazione anche per il nuovo centro cottura: 

"Modificare il "sistema mensa" e restituire un centro di cottura che potesse fornire in maniera esclusiva le scuole di Gallipoli, è stata la mia promessa in campagna elettorale e il primo obiettivo che ho voluto raggiungere con tutte le mia forze e ringrazio il sindaco, assessori e consiglieri che hanno creduto in questo progetto. L'obiettivo che abbiamo raggiunto è estremamente importante: per la prima volta dopo quasi 20 anni noi siamo l'Amministrazione che ha messo, e metterà sempre, al primo posto il benessere dei nostri bambini" ha dichiarato l'Assessore Coronese. 
 
Il Sindaco Minerva ribadisce ulteriormente l'importanza del traguardo raggiunto: "Servizio mensa e centro cottura in città: Fatto! 
Così come promesso ai genitori e alle famiglie, per la prima volta a Gallipoli, abbiamo un nuovo centro di cottura per fornire direttamente l'intero territorio cittadino. 
Garantiremo così un maggiore controllo sul processo di preparazione dei cibi e faremo in modo che gli standard di qualità siano sempre elevati. Il centro attrezzato, attivo, si trova presso la scuola dell’infanzia 
di via Giorgio da Gallipoli: portiamo così a casa un grande risultato, dimostriamo che impegno e volontà non mancano. 
Ecco, cos'è la buona politica." 
 

Video-Messaggio dell'Assessore Coronese sulla pagina Facebook del Comune:
 
Ultimo aggiornamento: 17/10/17