Se chiami un diritto risponde un dovere. Diritto allo studio. Un'opportunità

Stemma di Gallipoli
Dichiarazione dell’Assessore alle Politiche Sociali Scolastiche, Silvia Coronese.


“Bellissima giornata quella di oggi alla presenza della Presidente regionale dell’UNICEF. 
dott. ssa Giovanna Perrella, insieme a tutti i bambini dell’istituto 2° polo di Gallipoli.

Abbiamo ricevuto un’accoglienza straordinaria: in apertura i bambini della scuola primaria, con il prezioso aiuto delle maestre, hanno preparato per noi delle canzoni da cui è emersa l’estrema dolcezza, l’attenzione e la cura che vi è stata nell’organizzare l’evento. 

Inoltre, è stato emozionante ascoltare le domande che i bambini avevano preparato e hanno poi posto alla dott.ssa Giovanna Perrella: ogni domanda, sentita e ben pensata, centrava pienamente il tema dei diritti e dei doveri dell’infanzia. 

È molto importante non tralasciare questo argomento, soprattutto attraverso la scuola, perché ci sono tante realtà, al di là dell’UNICEF, che in Italia e in Europa tuttora combattono per questi diritti e su cui proprio l’Europa dovrebbe prendere maggiori provvedimenti. 

È  vano continuare a parlare del principio della libera circolazione delle persone in Europa quando poi ci sono tante persone che ancora oggi, in Italia, chiedono il riconoscimento dello status di apolidia e non vengono ascoltate.
Ci sono realtà, è il caso dell’ex-Jugoslavia, che hanno visto bruciare registri anagrafici di intere popolazioni che fanno sì che ancora oggi esistano ‘fantasmi’ che non solo non possono godere di molti diritti ma che non hanno neanche doveri; sono cittadini di nessun paese. 

Allo stesso tempo dalle derivanti unioni nascono bambini fantasma che hanno difficoltà a godere dei diritti base della nostra civiltà, come quello alla salute e all’istruzione. 
L’Europa, ma anche l’Italia dovrebbero prendere provvedimenti, perché queste problematiche non sono dall’altra parte del mondo, ma solo dall’altra parte del Mare Adriatico.”

Ultimo aggiornamento: 29/11/17