8 posti per giovani volontari di Servizio Civile presso il Comune di Gallipoli

Il Comune di Gallipoli ha ottenuto il finanziamento per il Servizio Civile per entrambi i progetti presentati denominati “Rete civica” e “Network solidale”.

8 posti per giovani volontari di Servizio Civile presso il Comune di Gallipoli

Dettagli della notizia

Il Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha concesso infatti il nulla-osta all'approvazione della graduatoria dei progetti di SC con sedi di attuazione in Puglia presentati entro il 18 gennaio 2019 e da realizzarsi nel 2019-2020.

Il progetto “Rete civica” - presentato in co-progettazione con i comuni di Taviano (capofila), Gallipoli, Lizzanello e Racale – prevede presso la sede del Comune di Gallipoli 4 posti per i giovani volontari che offriranno ai cittadini e ai turisti un servizio di primo orientamento informativo sui servizi del Comune e le modalità di accesso con un’attenzione particolare al settore delle politiche giovanili (attraverso un servizio dedicato ai giovani, alle politiche del lavoro e alle opportunità di animazione culturale) e al settore turismo per implementare e destagionalizzare l’attuale servizio informativo turistico (IAT).

Il progetto “Network solidale”- presentato in co-progettazione con i comuni di Casarano (capofila), Gallipoli, Melissano e Taviano - prevede presso la sede del Comune di Gallipoli 4 posti per i giovani volontari che svolgeranno attività di assistenza domiciliare, welfare leggero, in favore dei anziani e adulti in condizioni di disagio.

Un risultato importantissimo per il Comune di Gallipoli e per l’intero territorio, non solo per la decisiva ricaduta sociale del progetto ma anche per la possibilità che la rete può offrire – commenta l’Assessore al Welfare Angelo Mita – Dal 2008 il Comune di Gallipoli non aderiva al bando, 11 anni di perdita inestimabile per tutti. L’Amministrazione Comunale ha dunque lavorato in tale direzione, con grande sostegno degli uffici preposti: da Assessore al ramo non potevo accettare che una città importante come la nostra fosse esclusa da questa rete. Dal 2020 però tutto cambierà poiché favoriremo così l’inserimento sociale, garantiremo una maggiore assistenza agli anziani, favoriremo l’inclusione, incentiveremo l’occupazione giovanile. Non è stato facile e i tempi burocratici non permettono mai un riscontro immediato sul lavoro svolto, ma con competenza, fiducia e pazienza l’obiettivo è stato raggiunto.”

In entrambi i progetti sarà riservato un posto per giovani con bassa scolarità, al fine di favorire l’inserimento e la partecipazione attiva anche dei giovani con un livello più basso di istruzione.

Il Servizio Civile Nazionale nasce per diffondere fra i giovani i valori fondanti la nostra democrazia. Solidarietà, partecipazione, tutela del bene comune, difesa del più debole sono alla base della nostra Costituzione e promuoverli significa rafforzare il concetto di patria e sostenere la ricerca della pace.

Il Servizio Civile Nazionale opera nel rispetto dei principi dell’inclusione e dell’utilità sociale, anche a vantaggio di un potenziamento dell’occupazione giovanile.

Destinatari sono i giovani dai 18 ai 28 anni interessati a dedicare un anno della propria vita in favore della comunità, percependo un rimborso mensile di 433,80 euro. L’esperienza del Servizio Civile garantisce ai partecipanti una forte crescita educativa, formativa e personale, perché arricchisce il loro bagaglio di conoscenze e il loro curriculum e si trasforma, a volte, in opportunità di lavoro.

Immagini della notizia

Documenti e link

Opzioni di stampa:

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Commenta la seguente affermazione: "ho trovato utile, completa e corretta l'informazione."
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO
X
Torna su